Tutto quello che c’è da sapere sul make-up anni ’20

Il trucco ci permette di cambiare look e sperimentare le tendenze di altre epoche, magari per una festa a tema. Scopriamo il make-up anni ’20!

Trucco vintage- foto pinterest.ru

Il make-up vintage è ricco di fascino, ma la voglia di replicare un trucco d’altri tempi può generare confusione visto che un make-up anni ’20 è decisamente diverso da un trucco anni ’50 (tanto per fare un esempio).

Il simbolo assoluto di questi anni sono le flapper, vale a dire quelle donne che tagliano i capelli, indossano gonne corte e non seguono le regole della società.

Ebbene le flapper hanno espresso la loro voglia di prendersi dal periodo della guerra e la loro presa di coscienza dei diritti delle donne con un look elegante e un make-up fascinoso.

Le icone femminili degli anni ’20 come Zelda Fitzgerald ci raccontano di una rivoluzione marchiata da caschetti corti con onde, make-up occhi drammatici, sopracciglia disegnate e rossetti dark.

Cosa sapere sul make-up anni ’20?

Non basta indossare un abito con lustrini e fare un’acconciatura con qualche piuma per essere catapultate nei ruggenti anni ’20.

Per realizzare un make-up anni ’20 impeccabile è importante conoscere le caratteristiche del trucco conosciuto anche (erroneamente) “charleston”.

Base

La base trucco è costituita essenzialmente da polvere di riso e deve assicurare una pelle chiarissima, quasi diafana.

Non bisogna dimenticare, però, che un velo di blush, rigorosamente cremoso, ammorbidiva il colore dell’incarnato e donava un senso di freschezza.

Occhi

Gli occhi nel make-up anni ’20 non sono scuri e marcati così come ci lasciano intendere le pellicole dell’epoca, anzi.

Il trucco occhi era luminoso, glow e sfumato a mo’ di smokey eyes e ricreava un eccetto languido molto lontano dal grigio scuro del cinema.

Un altro must-have di questo trucco vintage è il mascara, nero e abbondante, spesso accompagnato da ciglia finte lunghissime.

Sopracciglia

Le sopracciglia meritano una menzione a parte, visto che spesso rappresentano l’elemento distintivo di ogni trucco vintage.

Negli anni ’20, infatti, le sopracciglia sono sottili, disegnate e allungate verso il basso per sostenere l’effetto languido del trucco occhi.

Rossetto

Il rossetto sulle labbra a cuore è immancabile nel trucco anni ’20, ma deve essere rigorosamente scuro e luminoso per rompere con il passato e “gridare” all’emancipazione femminile.

Quali errori evitare?

Stando a quello detto fin ora, quindi, il make-up anni ’20 deve escludere i colori troppo accesi, i finish lucidi o glitterati e le sopracciglia folte alla Cara Delevingne.

Ovviamente il trucco deve essere accompagnato da un’acconciatura ispirata a quegli anni: chignon Charleston o caschetto corto spettinato con le finger waves o liscio con frangetta. Via libera anche alle fasce per capelli e alle piume!

Myriam