Liquidi e sigaretta elettronica: cosa propone il mercato?

Tra le caratteristiche più apprezzate della sigaretta elettronica, c’è sicuramente il fatto che il mercato è ricco di proposte, soprattutto per ciò che riguarda i liquidi e gli aromi da svapare. Infatti, chiunque potrà regalarsi una sensazione di piacere, scegliendo di optare per un classico: aromi tabaccosi, oppure di eliminare del tutto le percentuali di nicotina.

Lo shop online Terpy, in questo senso, propone nuovi liquidi per sigaretta elettronica: con la possibilità di combinarne basi e aromi, si potranno richiedere anche liquidi personalizzati.

Liquido per sigaretta elettronica: quali sostanze contiene?

Una delle domande più frequenti tra coloro che sono ancora dubbiosi riguardo le sigarette elettroniche, riguarda la composizione del liquido da inserire.

Ogni liquido, presenta tali elementi: acqua demineralizzata (distillata, ma è un fattore variabile), glicole propilenico, glicerina vegetale. Inoltre, verranno aggiunti degli appositi aromi che conferiscono sapore al liquido e, in più, si potrà inserire una percentuale variabile di nicotina.

Il glicole è un prodotto incolore e liquido, che viene inserito nella composizione perché è il principale elemento che consente la vaporizzazione.

La glicerina, invece, identifica una sostanza vegetale, quindi naturale, generalmente estratta da prodotti come olio di cocco. Si trova, di norma, in un rapporto 50:50 col glicole propilenico, in modo che lo svapo non lasci quella fastidiosa sensazione di secchezza alla bocca.

La presenza di acqua è facoltativa: molto spesso viene utilizzata per ottenere liquidi più fluidi, ma ha anche l’importante compito di evitare che fuoriescano delle vere e proprie nuvole di vapore dalla e-cig. A tal proposito, si vuole specificare che una minima quantità di acqua distillata, in caso di liquidi fai da te, è sempre ben accetta: non è assolutamente certificato il fatto che, la sua presenza, possa finire direttamente nei propri polmoni.

Infine, la nicotina ha dei livelli variabili in base alle proprie necessità: da 0 mg a circa contenuti massimi di 20/24 mg. Per quanto possa sembrare banale, la possibilità di decidere personalmente le quantità di nicotina da assumere, ha aiutato numerose persone a smettere di fumare.

Quali liquidi posso scegliere?

Prima di scendere nel particolare e scegliere qual è il liquido più adatto ai propri gusti, vogliamo fornire un quadro più chiaro di quello che propone il mercato. Nello specifico, ci si potrebbe imbattere in una doppia scelta: liquido scomposto o liquido concentrato?

Nel primo caso, ci si riferisce a prodotti che vedono aromi basic mescolati con del glicole propilenico. Ciò significa che coloro che sono ancora molto esperti di e-cig, dovranno semplicemente unire il composto base e agitare. In commercio, di solito si trovano flaconi da 60 ml, che contengono 20 ml di liquido: ciò è stato appositamente realizzato per inserire, eventualmente, una basetta di nicotina.

Sarebbe bene sapere che questa tipologia di liquidi ha dei costi più elevati rispetto ai liquidi concentrati. Inoltre, non è possibile realizzare boccette di liquidi diverse da quanto previsto, poiché il tutto è acquistato già con le dosi necessarie.

Infine, si consiglia di seguire le istruzioni: normalmente, non si potranno mescolare sostanze e aromi scomposti a proprio piacimento.

Quando si parla, invece, di liquidi concentrati, il discorso è ben differente. Si tratta di aromi che non sono stati diluiti col glicole propilenico e, la motivazione per la quale sono ampiamente apprezzati, è che conferiscono sapori più corposi e decisi. Non essendo ancora dosati, né mescolati, possono essere combinati tra loro, così da sperimentare nuovi gusti a proprio piacimento. Coloro che ormai sono amanti dello svapo, personalizzano come preferiscono i liquidi, grazie agli aromi organici, decidendo poi come e se aggiungere della nicotina.

Di solito, sul mercato si troveranno differenti formati: una volta scelto quello che più sembra interessante, basterà diluirlo col composto base; le quantità da mescolare vengono specificate sulla confezione acquistata.

Naturalmente, la scelta è dettata da esigenze e preferenze del tutto personali: l’importante è comprare liquidi dalla qualità certificata.

I liquidi della sigaretta elettronica sono dannosi?

Quando si parla di sigarette elettroniche, è pressoché impossibile non affrontare il tipico discorso riguardante la nocività dei liquidi.

Come è possibile leggere autonomamente presso il sito AIRC, per quanto sia ancora in corso la verifica della totale innocuità dei liquidi, è stato appurato che limitano i danni causati dalle sigarette.

Qualsiasi tipologia di liquido si scelga, infatti, non contiene sostanze nocive e cancerogene come quelle sprigionate dalla combustione di tabacco. In più, è importante ripetere che i livelli di nicotina possono variare in base alle proprie scelte: dandosi del tempo, sarà forse meno traumatico il distacco dalla nicotina.

Come forse è facile da intuire, fumare una sigaretta elettronica implica un processo completamente differente dal solito: non c’è combustione, poiché consta di un apposito atomizzatore che, scaldando il liquido, lo trasforma in vapore.

Tra i vantaggi della sigaretta elettronica, c’è sicuramente una serie di limitazioni ai danni che il tabacco provoca, quotidianamente, al proprio corpo: da semplici polmoniti, forse tutti sappiamo che tumori alla bocca e ai polmoni sono tra le conseguenze più gravi. In più, si libererà il proprio corpo dall’affanno e il senso di pesantezza che i fumatori abituali provano assiduamente.

In verità, i benefici sono maggiori: si potrà dire addio ad inestetismi come denti e unghie gialle, così come le donne non dovranno più preoccuparsi di un precoce invecchiamento della pelle. Infine, le e-cig risolvono il problema del fumo passivo; il vapore sprigionato non ha alcun effetto negativo sulla salute delle persone che ci sono vicine.

Quando si parla, invece, di liquidi concentrati , il discorso è ben differente. Si tratta di aromi che non sono stati diluiti col glicole propilenico e, la motivazione per la quale sono ampiamente apprezzati, è che conferiscono sapori più corposi e decisi. Non essendo ancora dosati, né mescolati, possono essere combinati tra loro, così da sperimentare nuovi gusti a proprio piacimento. Coloro che ormai sono amanti dello svapo, personalizzano come preferiscono i liquidi, grazie agli aromi organici, decidendo poi come e se aggiungere della nicotina. Di solito, sul mercato si troveranno differenti formati: una volta scelto quello che più sembra interessante, basterà diluirlo col composto base; le quantità da mescolare vengono specificate sulla confezione acquistata. Naturalmente, la scelta è dettata da esigenze e preferenze del tutto personali: l’importante è comprare liquidi dalla qualità certificata. I liquidi della sigaretta elettronica sono dannosi? Quando si parla di sigarette elettroniche, è pressoché impossibile non affrontare il tipico discorso riguardante la nocività dei liquidi. Come è possibile leggere autonomamente presso il sito AIRC , per quanto sia ancora in corso la verifica della totale innocuità dei liquidi, è stato appurato che limitano i danni causati dalle sigarette. Qualsiasi tipologia di liquido si scelga, infatti, non contiene sostanze nocive e cancerogene come quelle sprigionate dalla combustione di tabacco. In più, è importante ripetere che i livelli di nicotina possono variare in base alle proprie scelte: dandosi del tempo, sarà forse meno traumatico il distacco dalla nicotina. Come forse è facile da intuire, fumare una sigaretta elettronica implica un processo completamente differente dal solito: non c’è combustione, poiché consta di un apposito atomizzatore che, scaldando il liquido, lo trasforma in vapore. Tra i vantaggi della sigaretta elettronica, c’è sicuramente una serie di limitazioni ai danni che il tabacco provoca, quotidianamente, al proprio corpo: da semplici polmoniti, forse tutti sappiamo che tumori alla bocca e ai polmoni sono tra le conseguenze più gravi. In più, si libererà il proprio corpo dall’affanno e il senso di pesantezza che i fumatori abituali provano assiduamente. In verità, i benefici sono maggiori: si potrà dire addio ad inestetismi come denti e unghie gialle, così come le donne non dovranno più preoccuparsi di un precoce invecchiamento della pelle. Infine, le e-cig risolvono il problema del fumo passivo ; il vapore sprigionato non ha alcun effetto negativo sulla salute delle persone che ci sono vicine.

Myriam