Il prossimo James Bond non sarà una donna. Parola di Barbara Broccoli

Il futuro sull’agente 007 più amato di sempre resta incerto dopo il nuovo No Time to Die, l’ultimo capitolo interpretato da Daniel Craig. L’unica certezza è che il futuro del franchise non sarà mai “rosa”.

Daniel Craig- foto publika.md

No Time to Die uscirà nelle sale il prossimo 2 marzo, ma l’abbandono di Daniel Craig ha aperto ufficialmente il toto-nomi del suo sostituto.

Tra le varie ipotesi circolate negli questi ultimi mesi si era fatta strada l’idea di una versione al femminile di James Bond.

Soltanto ora, però, la produttrice del franchise Barbara Broccoli ha respinto definitivamente l’ipotesi “rosa” in una intervista con Variety.

“Può essere di qualsiasi etnia, ma sarà un uomo. Penso che dovremmo creare dei nuovi personaggi per le donne, personaggi femminili forti – ha detto la produttrice –  Ma non sono particolarmente interessata a prendere un ruolo maschile e trasformarlo in femminile. Penso che le donne possano essere molto più interessanti di così”.

Il socio Michael G. Wilson ha specificato che il nuovo James Bond “deve essere britannico o almeno del Commonwealth”, anche se “la Gran Bretagna è un posto abitato da persone che appartengono a molte etnie diverse”.

Sembra proprio che il franchise, pur includendo personaggi femminili dalla forte personalità, non avrà mai una donna nei panni di James Bond. Almeno per ora!

Myriam