Oscar 2021: l’Academy apre ai film usciti in digitale

L’emergenza sanitaria ha stravolto il mondo del cinema e l’Academy of Motion Pictures Arts and Sciences ha deciso di aprire le porte ai film usciti in streaming per la nuova edizione degli Oscar.

Oscars- foto anews.com

Da qualche settimana l’Academy stava valutando nuove regole di accesso alle nomination per gli Oscar 2021 in vista dei cambiamenti dovuti alla diffusione del nuovo Coronavirus.

Ora sembra che l’organizzazione abbia deciso di ammettere anche i film usciti direttamente in digitale e quindi non proiettati prima al cinema a causa della pandemia.

“Crediamo fermamente nel fatto che non ci sia miglior modo di sperimentare la magia dei film che vederli sul grande schermo – ha dichiarato l’Academy –  Il nostro impegno su questo aspetto rimane invariato e irremovibile. Ciononostante la pandemia del Covid-19 necessita di un’eccezione temporanea”.

Il momento delicato ha fatto crollare una regola cardine per l’accesso alle nomination, vale a dire l’uscita nei cinema della Contea di Los Angeles tra l’1 gennaio e il 31 dicembre dell’anno precedente e rimasti in programmazione per almeno sette giorni consecutivi.

Restano esclusi da questa apertura tutti i progetti delle piattaforme di streaming che non avrebbero avuto una distribuzione cinematografica anche prima della chiusura totale.

L’organizzazione ha colto l’occasione per annunciare l’unione di due categorie tecniche fino a questo momento separate: Miglior montaggio sonoro e Miglior Sonoro. Confluiranno nella categoria Best Sound.

La condizione imprescindibile affinché una colonna sonora venga candidata alla categoria Best Sound è la sua originalità pari almeno al 60% del totale.

A questo punto non ci resta che attendere ulteriori novità riguardo la 93 esima edizione degli Academy Awards.

Myriam