Emanuele Maringola si racconta a IGOSSIP: intervista su carriera, House Party, Uomini e Donne, Claudio Sona e Mario Serpa

Emanuele Maringola ha raggiunto la popolarità lo scorso anno poiché era in lizza come possibile tronista del trono gay di Uomini e Donne. Alla fine la redazione e la produzione del fortunatissimo e seguitissimo programma tv di Canale 5 ideato e condotto dalla regina di Mediaset, Maria De Filippi, hanno scelto Claudio Sona. Il 25enne social influencer, modello e studente napoletano di Psicologia del Marketing e della Comunicazione è stato poi scelto come valletto della prima edizione di House Party, prodotto dalla Fascino PGT di Maria De Filippi. In molti sperano di vederlo sul trono gay a settembre poiché è bellissimo, dolce, intelligente e gentile. Noi di IGOSSIP.it l’abbiamo contattato per saperne di più e per conoscerlo meglio. Quali caratteristiche deve avere il suo fidanzato ideale? Qual è la sua principale paura? Che cosa ne pensa della fine della storia d’amore di Mario Serpa e Claudio Sona? Ecco la social intervista integrale a Emanuele Maringola!

Ciao Emanuele, come ti descriveresti in tre parole?

Misterioso, dolce e schietto.

Come si svolge la tua giornata tipo?

Lavoro, palestra, casa e week end in giro per l’Italia a fare serate. Ogni tanto una cenetta con amici.

Qual è la tua principale fobia?

Non realizzarmi nella vita.

Qual è la parte di te che ti piace di più? E quale invece quella che ti piace di meno?

Lo sguardo perché penso sia molto espressivo. Quella che mi piace di meno è l’essere troppo e sempre sulla difensiva.

Come dovrebbe essere il tuo tipo di uomo ideale?

Il mio uomo ideale ha uno sguardo molto espressivo, una gran testa, ma sopratutto una grande personalità.

Che cosa pensi della fine della storia d’amore di Claudio Sona e Mario Serpa?

Penso che sia la cosa più normale di questo mondo. Li apprezzo perché hanno provato a costruire qualcosa di serio e li apprezzo ancora di più perché potevano cavalcare l’onda e tirare avanti come coppia di Uomini e Donne, invece hanno preferito essere sinceri in primis l’uno con l’altro e poi con le persone che li hanno amati sin da subito. Succede che non ci si trova al di fuori di un programma… La vita reale funziona così. Auguro loro il meglio in ogni caso.

A settembre ti vedremo sul trono gay di Uomini e Donne?

Domanda insolita. Non so nulla. Nessuna proposta per ora. Spero solo che non nascano altre diatribe mediatiche e che non vengano messe in Rete cose non vere…

Quali ricordi della tua esperienza a House Party conservi con gioia?

Conservo ogni ricordo con estrema gioia. Un’esperienza pazzesca e indimenticabile! Mi sono molto divertito… e chissà quello che succederà nella seconda edizione del programma…

Chi e cosa non sopporti del mondo dello show business italiano?

Forse non sopporto i lunghi tempi televisivi, quelli relativi al backstage e alla preparazione anche se per avere un risultato perfetto di una puntata è giusto che ci siano.

Quale messaggio vuoi inviare alla classe politica italiana in materia di diritti gay?

Penso che di messaggi ne siano stati inviati tanti, alcuni recepiti alla grande altri no. Qualcosa di importante si sta smuovendo e sono molto contento di questo, vedremo cosa accadrà in futuro. La cosa importante è essere felici e soprattutto essere se stessi.