Come scegliere l’acqua micellare e perché preferirla

La fase di struccaggio è importante per mantenere la pelle in salute ed evitare di correre ai ripari con il make-up. Scopriamo come scegliere l’acqua micellare!

Struccare il viso- foto radioromantika.ru

La beauty routine è fatta di tanti piccoli passaggi essenziali per la salute della pelle, prima tra tutte l’eliminazione delle impurità e dei residui di make-up.

Non struccare il viso, infatti, è un’abitudine malsana che rischia di ostacolare la “respirazione” della pelle, favorire la proliferazione di germi e batteri e accelerare il processo di invecchiamento della pelle.

Il risultato è una pelle spenta e caratterizzata da punti neri, brufoletti, sebo eccessivo e altre imperfezioni che poi si prova a coprire con strati e strati di make-up, un escamotage che peggiora la situazione.

Il declino della pelle può essere evitato semplicemente dedicando qualche attenzione in più in fase di struccaggio.

Come funziona l’acqua micellare

Per noi l’acqua micellare non ha più segreti. Come abbiamo avuto modo di vedere si tratta di un prodotto a metà tra un latte detergente e un tonico in quanto deterge in profondità, funge da astringente e lenisce.

Il suo segreto è il mix di micelle, acqua termale e agenti idratanti e lenitive che catturano il make-up, trascinano via ogni impurità e idratano la pelle senza appesantirla o scalfire la sua barriera idrolipidica.

Sostanzialmente le sfere tensioattive catturano trucco, sudore e sebo interagendo con sostante liposolubili e idrosolubili, l’acqua termale trascina via le impurità e gli agenti idratanti e lenitivi rispettano la pelle.

In più l’acqua micellare, grazie alla sua elevata tollerabilità, riesce a detergere anche la pelle più sensibile e irritabile.

Come scegliere l’acqua micellare

Il successo di questo struccante è comprovato dalla vasta gamma di prodotti presenti in commercio, ognuno per ogni necessità. E allora come scegliere l’acqua micellare?

  • INCI – L’acqua micellare è un prodotto altamente tollerabile, ma è sempre meglio leggere l’International Nomenclature of Cosmetic Ingredient per capire il tipo di prodotto.
  • Pelle secca o normale – I prodotti pensati per la pelle secca o normale devono contenere sostanze in grado di idratare la cute.
  • Pelle mista o grassa – In caso di pelle mista o grassa è meglio scegliere un prodotto con ingredienti capaci di purificare e regolare il sebo.
  • Pelle sensibile – Certo l’acqua micellare è un prodotto tollerabile, tuttavia si può optare per un prodotto con azione lenitiva per non sbagliare.
  • Pelle che si arrossa – La pelle sensibile che si arrossa facilmente può essere struccata efficacemente con un prodotto contenente glicerina.

Quando sceglierla?

L’acqua micellare è una soluzione struccante perfetta per ogni tipo di pelle e per ogni zona del viso, ma le abitudini spesso sono “dure a morire”.

Perché e quando preferire l’acqua micellare al latte detergente e alle salviette struccanti?

Il latte detergente possiede una formulazione lipidica più ricca ideale per le pelli secche (soprattutto in inverno) ma inadatta per il contorno occhi.

Dal canto loro le salviette struccanti sono comode ma predispongono alla formazione di imperfezioni se vengono usate troppo.

Myriam