Bridget Malcolm licenziata da una importante maison di moda per un centimetro in più sui fianchi

Bridget Malcolm è stata licenziata da una importante maison di moda per un centimetro in più sui fianchi. Il fatto risale ad alcuni anni fa, ma è stato denunciato soltanto pochi giorni fa dalla 27enne modella australiana.

Bridget Malcolm – Foto: Facebook

All’epoca lei stava cercando di combattere l’anoressia. “Quando sono stata licenziata – ha scritto Bridget su Instagram – non avevo il ciclo da mesi e per reggere i ritmi lavorativi dovevo dormire più di 12 ore”. La modella ha raccontato il calvario che ha vissuto per 14 anni nel mondo della moda.

In un’intervista, Bridget ha inoltre dichiarato: “Mi sono sentita umiliata. Alcuni clienti ritenevano che il mio corpo non andasse più bene”. L’episodio del licenziamento è stato, però, per lei provvidenziale. Da quel momento ha capito che “la cosa più importante è stare bene”.

È così che ha intrapreso il suo cammino di guarigione: “Ora non ho più paura del cibo, non ho più paura di ingrassare. Prima di tutto voglio stare bene. La salute è la cosa più importante per me”.

Redazione-iGossip