La canzone di Fiorella Mannoia è un plagio?

La canzone di Fiorella Mannoia per Sanremo 2017, Che sia benedetta, è stata sicuramente una delle più amate dal pubblico. Ma adesso arrivano le prime accuse: la canzone sarebbe infatti un plagio!

A lanciare l’accusa è un utente di Facebook, che ha anche creato un video, condiviso sul suo profilo YouTube, che mette a confronto la canzone seconda classificata di Sanremo una canzone di Michele Bravi del 2014 “Un mondo più vero”, anche lui in gara al Festival di quest’anno con “Il diario degli errori”.

Nel video si spiega come l’incipit e l’attacco del ritornello delle due canzoni siano molto simili… tanto che alla fine l’utente sovrappone i due pezzi scandendoli col metronomo. Come risponderanno i due artisti?

Secondo la stessa Fiordaliso, peraltro, la canzone della Mannoia sarebbe molto simile al suo Accidenti a te: “Effettivamente ci somiglia, il mood è simile ma se provi a sovrapporle non sono uguali. Non faccio polemica”, ha concluso la cantante.

Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

Lascia un commento

Termini di ricerca:

  • canzone mannoia
  • di chi e la canzone di mannoia
  • la canzone di e
  • plagio canzone mannoia
  • ultima canzone di Sanremo di Mannoia