Ines Trocchia si racconta a IGOSSIP tra sogni, carriera e moda [INTERVISTA]

Ines Trocchia si è raccontata in un’intervista rilasciata al nostro sito IGOSSIP.it in cui ha rivelato alcuni aspetti inediti relativi alla sua carriera e ha analizzato alcune “piaghe” legate al mondo del fashion business internazionale. Nata a Nola il 22 dicembre 1994, Ines rappresenta la classica bellezza mediterannea. E’ alta 170 cm, capelli castani, occhi marroni e le sue misure sono: 89-60-89. Dopo il diploma scientifico ha intrapreso la carriera di modella. E’ stata scelta come testimonial di numerosi brand di moda e ha posato per diverse riviste di rilievo internazionale: da Maxim a FHM, da Playboy Portogallo a GQ Messico fino a Esquire e Sports Illustrated. Ha condotto alcuni programmi Rai, tra cui “Sapore di Mare” e “Speciale Calciomercato”. Ora conosciamola meglio. Ecco l’intervista integrale a Ines Trocchia!

Qual era il tuo sogno nel cassetto da bambina?

Quando ero piccola sognavo di aprire un centro di accoglienza per cani abbandonati.

Quando e come è iniziata la tua carriera come modella?
Ho iniziato a 18 anni, grazie a uno stilista locale che mi scelse come volto della sua azienda.

Come descriveresti il tuo stile personale?
Non sono una persona che segue le tendenze, non mi interessa cosa va di moda e cosa no, scelgo quello che mi fa sentire bene e che mi valorizza.

Hai qualche icona a cui ti ispiri?
Adoro Sofia Vergara e Eva Longoria. Le apprezzo molto sia fisicamente che come donne.

Cosa pensi sia necessario e importante per diventare una modella di successo?
Nulla si ottiene con facilità, quindi è molto importante lavorare duro, ma anche circondarsi di persone fidate che sanno guidarti in alcune scelte.

Qual è la tua fashion obsession?
Non posso rinunciare alle scarpe con il tacco e alla lingerie di agente provocateur.

Elenca 10 cose che detesti e 10 che ti piacciono…
Le 10 cose che mi piacciono sono:

  • Le sere di inverno con netfilix e tisana;
  • Gli stivali a gamba lunga;
  • I libri sull’astrologia;
  • Le gallerie d’arte;
  • Viaggiare e vedere posti nuovi;
  • La letteratura classica;
  • La spontanetà;
  • Il sushi;
  • I cani;
  • Prendere dei momenti per me stessa.

Le 10 cose che non mi piacciono sono:

  • Le ballerine (scarpe);
  • Le calze color carne;
  • L’ipocrisia;
  • Le perdite di tempo;
  • Le persone che non sanno cosa vogliono;
  • Essere interrotta mentre ascolto la musica;
  • I vestiti per gli animali;
  • Trovare parcheggio;
  • Le persone con poco igiene;
  • Il traffico.

Jazz Egger ha rivelato che nella moda è prassi prostituirsi… Funziona davvero così?
Sicuramente ci saranno molte persone che rientrano nella categoria, ma stereotipare non mi é mai piaciuto. Il buono e il cattivo risiedono ovunque non sono nel campo della moda.

I due colossi della moda Kering e LVMH hanno bandito le modelle adolescenti e anoressiche. Che cosa ne pensi?
Non credo che adolescenti e anoressiche siano state bandite, continuo a vedere modelle 14 enni e modelle al limite della magrezza umana.