Come riprodurre un make-up anni ’50

Il make-up ci può catapultare in altre epoche per rivivere emozioni e sapori ormai lontani. Scopriamo cosa c’è da sapere sul make-up anni ’50!

Trucco sposa anni ’50- foto bellaweb.it

Tutto quello che c’è da sapere sul make-up anni ’50 è racchiuso nei nomi di Audrey Hepburn, Grace Kelly e Marilyn Monroe.

È sufficiente pensare a queste icone di stile per capire che il look anni ’50 è decisamente diverso dal make-up anni ’20, più legato all’immaginario comune delle flapper.

Le donne non devono più esprimere la loro indipendenza, ma sono proiettate verso un nuovo stile di vita, quello del boom economico e del consumismo.

Il campo della cosmesi non ha potuto fare altro che adeguarsi a un modo diverso di intendere la bellezza: trucco occhi più evidente, sopracciglia più definite e folte e labbra rosso fuoco.

I tratti distintivi di un look anni ’50

Le make-up addicted che vogliono sfoggiare un look anni ’50 devono prendere spunto dalle grandi icone di stile per non sbagliare.

Il primo modello da osservare per un make-up anni ’50 impeccabile è quello di Marilyn Monroe: eyeliner nero, rossetto rosso e neo di bellezza.

Lo stile anni ’50 passa anche dalla semplicità e dall’eleganza di Audrey Hepburn: frangetta e capelli corti e sguardo allungato da cerbiatta.

È possibile optare anche per un make-up anni ’50 più proiettato verso i tempi moderni, quello sexy e provocante di Brigitte Bardot: matita e mascara in abbondanza, colori sgargianti e labbra definite.

E ancora, è possibile guardare a Dita Von Tees come icona del look da diva anni ’50 dalla pelle bianchissima e opaca, blush pesca sfumato verso l’alto e mascara abbondante sulle ciglia superiore.

Come realizzare un make-up anni ’50

I punti cardine del look anni ’50 sono sicuramente il mascara allungante, l’eyeliner nero e il rossetto rosso fuoco. Ma come realizzare un make-up anni ’50?

La prima cosa fare è preparare una base trucco impeccabile applicando un po’ di crema idratante, un primer viso e un fondotinta più chiaro rispetto al sottotono della pelle.

A questo punto occorre applicare un po’ di cipria chiara o trasparente (ma rigorosamente opacizzante) e un velo di blush pesca che vira verso l’alto.

Il make-up occhi parte da una base con ombretto più chiaro, piega dell’occhio colorata con un ombretto più scuro e sfumature verso l’esterno.

Ovviamente non può mancare l’eyeliner con una riga spessa sopra l’occhio che si allunga verso l’esterno e un bel po’ di mascara allungante.

In ultimo le labbra si vestono di un colore rosso fuoco (opaco o lucido): matita rossa per il contorno labbra, rossetto e velo di cipria fissante.

Myriam