Come temperare le matite occhi e labbra

La matita trucco deve avere una buona scrivibilità per ottenere un make-up di precisione o sfumato. Scopriamo come temperare le matite occhi e labbra!

Matite trucco- foto pixabay.com

Che sia dura o morbida, infatti, la matita perde la sua punta appuntita linea dopo linea e ingrandisce il tratto rendendolo meno preciso e favorendo le sbavature.

Il gesto automatico che ne vien fuori è temperare le matite occhi e labbra senza pensarci troppo e tornare a truccarsi. Eppure è un’operazione che potrebbe nascondere qualche insidia.

Come temperare le matite occhi e labbra

Temperare le matite occhi e labbra sembra un’operazione che non ha bisogno di grande attenzione, ma qualche piccolo consiglio può essere utile a tenerle sempre funzionali.

Per esempio la mina morbida tende a spezzarsi così come la punta troppo affilata potrebbe raschiare la cute. Tutto questo può essere evitato.

Frigorifero

La punta di una matita morbida può non volerne sapere di venire fuori in maniera perfetta e questo rischia di farla spezzare. In più la cremosità del cosmetico non permette di ottenere un tratto perfetto.

Tutto questo rende impossibile definire gli occhi con un tratto definito e tinge le labbra quasi come fosse un rossetto.

Per temperare una matita morbida, però, è possibile mettere il cosmetico nel frigorifero per un’oretta o nel freezer per la metà del tempo in modo da raffreddarla e temperarla perfettamente.

Dopodiché tutto quello che dovete fare è inserire la punta nel temperino senza spingerla troppo e ruotarla fino a ottenere la punta che desiderate.

La matita deve essere appuntita, ma deve avere una mina smussata che non si riveli troppo dura sugli occhi. Per capirlo potete provarla sulla mano dopo averla temperata.

Temperino giusto

Il temperino per il make-up è uno di quegli accessori troppo spesso sottovalutati, ma che in realtà possono fare la differenza.

La forma e la funzionalità lo rendono molto simile al temperamatite che si utilizza a scuola, eppure si tratta di due accessori con funzioni diverse.

Innanzitutto il temperamatite normale potrebbe nascondere qualche scheggia o traccia di colore dei pastelli che rischia di contaminare l’occhio.

Secondo poi il temperino presenta una lama appena diversa rispetto a quello del classico temperamatite per ottenere una mina scrivente ma non troppo appuntita. Perché? Rischierebbe di spezzare la matita.

Pulizia

La routine di pulizia del temperino è fondamentale per mantenere la funzionalità dell’accessorio e sfuggire a eventuali irritazioni.

Il temperino per il make-up va pulito passando un cottonfioc imbevuto in alcool ed eliminando i residui della matita con uno stecchino dopo ogni uso o una volta a settimana.

Myriam