Quanto ne sappiano di ombretti liquidi?

Il make-up occhi può restituire risultati molto differenti in base alla palette e alla texture dei prodotti. Quanto ne sappiamo di ombretti liquidi?

Ombretto liquido- foto lets-speak.ru

Forse gli ombretti liquidi non sono la prima scelta delle make-up addicted, ma questi tubetti di plastica contengono formulazioni a metà strada tra gli ombretti in polvere e gli ombretti in crema.

Questi ombretti presentano una consistenza cremosa che diventa polverosa appena la formulazione si asciuga, riuscendo così a mantenere il colore e la brillantezza.

Ombretti liquidi

Gli ombretti liquidi possono realizzare qualsiasi prova di make-up e salvare il trucco quando si è troppo di fretta o si vuole far durare il make-up più a lungo.

Il successo di questi ombretti ha spinto le case cosmetiche a produrre intere linee di ombretti liquidi, proponendo qualsiasi tipo di colore e finish.

Dai prodotti opachi alle proposte shimmer, metallizzati o glitterati, infatti, gli ombretti liquidi permettono di realizzare look diversi sia per il giorno che per la sera.

In questo senso si può scegliere un colore chiaro e sfumare l’ombretto per essere perfette di giorno oppure optare per un colore più scuro con effetto bagnato per attirare l’attenzione in una serata importante.

Ombretti liquidi VS ombretti in crema

Gli ombretti in crema e gli ombretti liquidi possono generare confusione nelle make-up addicted meno esperte, ma in realtà si tratta di due prodotti molto diversi tra loro.

Da un lato l’ombretto in crema si presenta cremoso e in piccoli contenitori di vetro mentre dall’altro lato l’ombretto liquido è fluido e viene venduto in un tubetto come quello dei gloss.

Malgrado le differenze, però, entrambi i tipi di ombretti possono creare look veloci e base trucco per make-up più complessi.

Come applicare un ombretto liquido

Applicare un ombretto liquido non è difficile, ma è bene conoscere qualche piccolo trucchetto per sfumarlo meglio e farlo durare più a lungo.

In effetti la consistenza cremosa che si trasforma in polvere può far cadere in errore anche le make-up addicted più esperte: palpebra appesantita, grinze in evidenza, colore smorzato e così via.

Il modo migliore per applicare gli ombretti liquidi è quello di procedere step by step, applicando poco colore e sfumandolo di volta in volta.

Man mano che si applica e sfuma il colore, infatti, il colore può essere gestito meglio e l’effetto finale appare più evidente.

Attenzione, perché questo è possibile soltanto se vengono applicati velocemente, visto che cambiano consistenza, sono difficili da sfumare da secchi e potrebbero nascondere macchie e/o picchi di colore.

Strizzando l’occhio all’applicazione vera e propria, invece, è consigliabile usare le dita per scaldare il prodotto prima di stenderlo e lavorarlo meglio.

Dopo aver applicato l’ombretto con le dita, tuttavia, è necessario sfruttare un pennello con setole sintetiche per ricreare una sfumatura omogenea.

Il tipo di pennello dipende dall’area che si vuole definire: pennello piatto ampio per sfumare in modo più diffuso e pennello da sfumatura più piccolo per definire zone ridotte.

Myriam