Rossetto verde: possibile o impossibile nel make-up?

Il rossetto veste le labbra di colore, ma molte make-up addicted subiscono il fascino dei rossetti eccentrici. Scopriamo il rossetto verde!

Rossetto glitterato- foto weheartit.com

Più è eccentrico e più piace. Certo non un rossetto verde è la prima scelta di tutte le appassionate di make-up, ma può avere il suo fascino. D’altronde piace tanto anche alle star (prima tra tutte Rihanna)!

Avevamo avuto modo di conoscere questo rossetto nell’ambito dell’articolo “Sappiamo come indossare i rossetti eccentrici?”, definendolo come un cosmetico dal colore stravagante molto difficile da gestire.

Come portare il rossetto verde

È un errore considerare il verde (matt o metallico) come un colore da relegare alle feste a tema perché nasconde un grande potenziale, come tutti i rossetti scuri.

La prima cosa da considerare è che questo rossetto richiede labbra perfette e prive di imperfezioni (screpolature o pellicine) perché il colore scuro potrebbe metterle in evidenza e creare un pasticcio.

Oltre a questo, poi, non bisogna dimenticare che il verde contiene pigmenti bluastri che potrebbero ingiallire il sorriso, specialmente se il bianco dei denti vira già verso il giallo.

Quali sono i look migliori?

Non è difficile intuire come il verde del rossetto si presti per un look total green (occhi e labbra) o all’abbinamento con un make-up occhi dai toni nude e caldi.

Va da sé che si prospetta da un lato un trucco eccentrico e a tratti drammatico (gotico) e dall’altro lato un look con un tocco sopra le righe adatto a qualsiasi occasione.

Le make-up addicted che amano osare possono optare per rossetti verdi diversi come il verde del Marocco (rossetto che diventa rosso o fucsia in base al PH della pelle delle labbra) o il verde acqua (rossetto con toni dell’azzurro) o  il verde fluorescente (rossetto fluo che si vede al buio).

Forse non saranno look numerosi e versatili, ma riescono a soddisfare le richieste delle appassionate di trucco più esigenti, quelle che non rinunciano a esprimere sé stesse e non hanno paura di essere originali in un mondo che tende a omologare.

Myriam