Come scegliere il correttore giusto?

I correttori non sono tutti uguali perché possono essere beige, viola, gialli e anche verdi in base alla destinazione d’uso. Ma come scegliere il correttore giusto?

Come scegliere il correttore giusto- foto stylosophy.it

Il concealer o corrector sono l’evoluzione del classico correttore, il trucco capace di nascondere occhiaie, coprire imperfezioni e cancellare le discromie dell’incarnato.

È fondamentale riconoscere la differenze funzione del concealer rispetto al corrector per riuscire a capire qual è il correttore giusto e quando utilizzarlo.

Concealer

Questa evoluzione del classico correttore conserva colori molto simili a quelli della pelle e risulta un po’ più chiaro del fondotinta.

Fondamentalmente il concealer può uniformare l’incarnato semplicemente confondendosi con il colore della pelle.

Si tratta di un prodotto leggermente più pigmentato del fondotinta e per questo adatto per i piccoli ritocchi o per mascherare piccoli difetti e nascondere le occhiaie, zone difficili da gestire solo con il fondotinta.

Corrector

La seconda variante moderna del correttore si presenta come un prodotto colorato che conserva una forte componente di pigmenti come l’arancione, il verde, il giallo o il blu.

L’obiettivo del corrector è quello di contrastare un colore forte presente sul viso e neutralizzarlo perfettamente.

Quando usarli

La domanda sorge quasi spontanea: qual è il correttore giusto? Si indossa prima o dopo l’applicazione del fondotinta? Ovviamente la risposta è dipende!

Il corrector può essere applicato dopo il fondotinta per conferire un effetto più coprente nelle aree più critiche del viso mentre il concealer può essere usato per coprire le imperfezioni che sono riuscite a sfuggire al fondotinta.

E il classico correttore? Il prodotto di make-up deve essere steso prima della copertura per riuscire a regolare il tono della pelle.

Come applicarli

Dita, spugnetta o pennello per applicarli? Le dita rappresentano il modo migliore per scaldare il colore e migliorare la fusione con la pelle, specialmente quando si ha a che fare con le occhiaie.

Una valida alternativa per non sporcarsi le dita è la spugnetta a forma di goccia, una spugnetta efficace per stendere il correttore giusto e sfumarlo anche in zone molto complesse come il contorno occhi.

Purtroppo un unico correttore non può essere utilizzato per gestire tutti i problemi e per questo esistono diversi colori e specifiche funzioni: nuance pesca e arancio per combattere il grigiore delle borse sotto agli occhi, verde per annullare gli arrossamenti, lilla per illuminare le pelli con sottotono giallastro e giallo e beige per riempire le rughe e riflettere la luce.

In ogni caso, il make-up e il prodotto giusto può essere fissato in modo uniforme grazie a una polvere traslucida.

Errori da non commettere

Ma quali sono gli errori da non commettere con concealer, corrector e correttore!

  • Consistenza prodotto (consistenza liquida sulle occhiaie e texture asciutte sui brufoli)
  • Ordine dei prodotti a seconda dei colori (correttore verde per coprire i rossori prima del fondotinta e fondotinta prima del concealer per nascondere le occhiaie)
  • Quantità prodotto (poco prodotto per volta e applicazione accurata per evitare una brutta resa e pericolosi stacchi di colore)
Myriam