Tutto quello che c’è da sapere sul blush albicocca

Il blush regala un tocco di colore al viso che fa subito primavera, ma spesso la scelta del colore può influenzare l’effetto finale. Scopriamo il blush albicocca!

Blush- foto tv.ua

Tra gli errori legati all’uso del blush rientra senza dubbio la scelta del colore, un piccolo particolare che può fare la differenza.

Ogni sfumatura di colore si adatta perfettamente a una palette di colori, a determinati tipi di incarnato e a certe prove di make-up.

Dal rosa al nocciola arrivando all’albicocca, infatti, l’effetto finale del trucco dipende anche e soprattutto dalla scelta del colore del blush.

Blush albicocca

Le case cosmetiche propongono una vasta gamma di blush per soddisfare le esigenze di ogni make-up addicted.

Il blush albicocca è un cosmetico che si adatta perfettamente alle pelli con sottotono caldo (e quindi tendente al giallo) grazie ai pigmenti aranciati.

Sostanzialmente si tratta di una tonalità aranciata non troppo invasiva come l’arancio, ma nemmeno troppo tenue e impalpabile come il rosa.

Il colore albicocca permette di illuminare il viso e a regalare un tocco di colore durante sia i mesi invernali che la bella stagione.

Da un lato dona un tocco di vitalità alla pelle messe a dura prova dal grigiore invernale mentre dall’altro lato permette di esaltare l’abbronzatura.

Come abbinalo al resto del make-up

Il blush albicocca può essere considerato un cosmetico a metà strada tra il blush rosa dall’effetto bonne mine e il blush arancio destinato a mettere in risalto l’abbronzatura e le pelli scure.

Questo cosmetico può essere usato da tutte le make-up addicted, ma si sposa particolarmente con le pelli dal sottotono caldo.

Il resto del make-up non viene condizionato dall’uso del blush dalla nuance albicocca e per questo può essere naturale o più elaborato.

È possibile dare un tocco di colore al trucco acqua e sapone oppure completare un trucco dalle nuance bronzate. In realtà il blush albicocca sta bene anche con uno smokey eyes.

Myriam