I consigli di Kate Moss per acquistare abiti vintage

I consigli di Kate Moss per acquistare abiti vintage. In occasione della pubblicazione di “Musings on Fashion and Style: Museo de la Moda”, libro pubblicato dal Museo della moda cileno a cui la top model britannica ha collaborato, la diva della moda internazionale ha concesso un’intervista molto interessante al tabloid britannico The Guardian.

Il Guardian ha sottolineato che il vintage è per Kate Moss ciò che Givenchy è per Audrey Hepburn e Hermès per Jane Birkin. Per Kate seconda mano non significa ripiego.

«Ho trovato alcuni posti fantastici in cui torno ogni volta che posso – ha asserito la top model -. Ho anche i miei posti preferiti a Londra. Quando vedo qualcosa che mi piace seguo il mio istinto. Non importa chi sia il designer o l’epoca – ha sottolineato Kate -, basta che l’abito mi piaccia e che mi stia bene quando lo provo. Adoro l’idea che gli abiti abbiano una storia e siano stati indossati in precedenza – ha affermato -. Chissà cosa hanno vissuto? Inoltre, è bene che gli abiti vengano riciclati e indossati di nuovo anziché essere buttati via».

In 30 anni di caccia tra mercatini e negozi vintage la scoperta più bella è stata quella dei suoi stivali originali “Sex” firmati Vivienne Westwood che ha trovato al mercato di Portobello negli anni Novanta.

Kate Moss ama molto lo stile francese del primo Dopoguerra e le sarebbe piaciuto vivere in quell’epoca a Parigi: «Adoro la decadenza degli anni Venti… i party, la moda. Ho organizzato una delle mie feste di compleanno a tema intitolandola “The Beautiful and Damned”».

Quando entra in un negozio vintage non perde tempo: «Prima guardo velocemente gli abiti, quindi prendo i pezzi che mi hanno attirato e li provo subito». A chi ha un budget limitato Kate ha consigliato: «Dirigetevi nei negozi di beneficenza, lì si possono ancora trovare pezzi unici, ma bisogna avere tanta pazienza e saper setacciare».

Redazione-iGossip