Diana Ross difende Michael Jackson: “Fermatevi nel nome dell’amore”

Diana Ross ha preso le difese del compianto Re del Pop Michael Jackson e ha invitato tutti a fermarsi in nome dell’amore. La 75enne cantante, produttrice discografica e attrice statunitense si è schierata pubblicamente dalla sua parte dopo che il documentario shock “Leaving Neverland” sta scatenando una raffica di polemiche e indignazione in tutto il mondo.

Diana Ross ha lanciato un accorato appello a favore del suo grande amico, girarono insieme il famoso musical The WIZ in cui lei interpretava Dorothy Gale, su Twitter: “Michael Jackson ha dato una forza incredibile a me e a tantissima gente. Questo pensiero è la cosa che più ha colpito il mio cuore stamattina. Fermatevi nel nome dell’amore”.

La celebre diva americana non ha però fatto cenno alla pedofilia e alle storie raccontate dalle vittime Wade Robson e James Safechuck secondo i quali il Re del Pop avrebbe iniziato a molestarli sessualmente quando avevano sette e dieci anni.

Non la pensa così il regista britannico Dan Reed che ha dichiarato: “Michael Jackson era un predatore seriale e pedofilo. Sono convinto che abbia circuito molte, molte famiglie e abusato di altrettanti bambini. L’ho capito da come sono andate le cose con Wade e James: non ha avuto esitazioni, sicuro di sé e della sua tattica; sempre lo stesso identico copione, era un espertissimo predatore pedofilo già negli anni Ottanta”.

Alcune radio hanno messo al bando le sue canzoni. Louis Vitton ha bloccato una collezione ispirata a Thriller. Katelyn Ohashi, la regina del corpo libero, ha deciso di cambiare repertorio musicale per la sua esibizione durante il PAC-12 women’s Gymnastics Championship di West Valley City, nello Utah. La sua decisione di eliminare le musiche di Michael Jackson, che aveva invece utilizzato per l’esibizione dello scorso gennaio, arrivano probabilmente a seguito dell’uscita del docufilm “Leaving Neverland”.

Redazione-iGossip