Riki Marcuzzo di Amici di Maria De Filippi e il difficile rapporto con i social network

Riki Marcuzzo di Amici di Maria De Filippi non ha mai avuto un rapporto idilliaco con i social network. Da un anno a questa parte, tutto è cambiato per la gioia dei suoi numerosi fan. Il secondo classificato di Amici 2017 ha rivelato al Corriere della Sera di aver aperto tutti i suoi profili social soltanto un anno fa. E’ stato però costretto dagli addetti del settore musicale.

Riki Marcuzzo – Foto: Facebook

Il grande amico del vincitore di Amici Andreas Muller, Riccardo Marcuzzo, ha raccontato al Corsera: “All’università ero l’unico a non avere Facebook. Sono uno che si perde facilmente e temevo di finirci dentro delle ore ed estraniarmi dalla realtà. Quando proponevo i miei provini ai discografici mi dicevano che non gli interessavano perché per fare musica ci vogliono i follower. Così ho aperto Instagram e poi gli altri social”.

Prima di approdare nella scuola di Amici, Riccardo aveva conseguito la laurea triennale a pieni voti in Design del prodotto allo Ied e aveva aperto uno studio di grafica e ricevuto una menzione al Compasso d’oro Targa giovani per una lampada.

“Il faccino conta – ha detto l’artista di Perdo le parole -, il nostro aspetto è un biglietto da visita. Quando lavoravo nel design il nostro biglietto da visita sembrava una cosa da studio con 30 dipendenti. I clienti restavano colpiti, poi dovevamo dimostrare di valere quello che il biglietto lasciava immaginare”.

Com’è nato il suo nome d’arte Riki? “Dalle memorie di una lezione di marketing che suggeriva l’uso di due sillabe – ha riferito Riccardo -, dalla voglia di italianità quindi niente ‘c’ e ‘y’ e dall’esigenza di rende il nome graficamente e le due ‘i’ speculari offrono mille spunti”.

Noi facciamo un grosso in bocca al lupo a Riki per la sua carriera musicale. Auguri!