Quanto ne sappiamo di rossetto rosso?

Il rossetto rappresenta un vero asso nella manica per le make-up addicted, ma deve essere scelto in modo corretto. Quanto ne sappiamo di rossetto rosso?

Rossetti – foto pixabay.com

Nei secoli si è sviluppato una specie di amore et odio verso il rossetto rosso: da un lato è un simbolo di affermazione femminile mentre dall’altro lato non è facile da usare così come si tende a credere.

Il rossetto rosso è sensuale, femminile ed elegante, ma può diventare fattore di disagio se non riesce a valorizzare le labbra e ingiallisce i denti.

Concentrarsi su come scegliere il rossetto rosso in base alla carnagione o quali sono i rossetti da evitare con  i capelli rossi non è sufficiente per trovare la tonalità giusta in ogni occasione.

Uno sguardo più completo sul rossetto rosso può aiutarci a capire sempre e comunque come indossare questo must have di make-up.

Come scegliere il rossetto rosso adatto?

Quando si parla di rossetto rosso si devono prendere in considerazione l’ampia gamma di tonalità, la texture e il finish del prodotto in relazione alle caratteristiche personale e al look finale.

A ben guardare scegliere il rossetto rosso adatto non è un’operazione semplice, tanto più quando si è alle prime armi.

Sottotono  

Il sottotono della pelle è importante per capire su quale categoria orientarsi: viola e blu corrispondono a un sottotono freddo mentre verde implica un sottotono caldo.

Se invece le vene presentano un colore verde-blu allora si tratta di un sottotono neutro, vale a dire che si sposa perfettamente con qualsiasi tonalità.

Carnagione

La pelle scura, media e chiara richiede tonalità di rosso differenti: scura se la pelle è scura anche durante l’inverno, media se la pelle si abbronza facilmente e diventa dorata e chiara se è pallida e si scotta al primo sole.

Nel primo caso è possibile usare un rosso carico (rubino con un sottotono freddo e ramato con un sottotono caldo), nel secondo caso sarebbe meglio scegliere un rosso intenso (vinaccio con un sottotono freddo e aranciato con sottotono caldo) mentre nel terzo caso è indicato un rosso non troppo vivace (lampone con un sottotono freddo e corallo con un sottotono caldo).

Tipo di labbra

Avere le labbra carnose o sottili può fare la differenza quando si scegliere il rossetto rosso da usare. Perché? Un colore sbagliato può rimpicciolire o ingrandire troppo le labbra a livello ottico.

In linea di massima i colori troppo scuri tendono a rimpicciolire le labbra e i colori chiari creano un effetto ottico volumizzante.

A fare la differenza, oltre al colore del rossetto rosso, può essere anche il finish del prodotto: mat opacizza e assottiglia le labbra mentre glossy riflette la luce e ingrandisce le labbra.

Look

La scelta del rossetto rosso non può essere soltanto una questione di sottotono, incarnato e tipo di labbra. Anche il look finale mantiene una certa importanza.

In linea di massima il rossetto rosso si adatta perfettamente a un look total black (di giorno e di sera), un look acqua e sapone e anche un look casual.

Myriam