Fashion Week Revolution 2017: al via oggi la nuova edizione per una moda più etica

Fashion Week Revolution 2017 prende il via oggi e durerà fino al 30 aprile con lo scopo principale e fondamentale di sensibilizzare e promuovere un’industria della moda più etica e sostenibile. Dopo avervi parlato del primo grande evento dedicato all’eco-moda in Italia, che si celebrerà al Teatro alla Scala di Milano il prossimo 24 settembre durante la Milano Moda Donna, oggi ci soffermiamo su questa importantissima e lodevole campagna internazionale ideata da Carry Somers e Orsola De Castro per ricordare la strage di Rana Plaza del 24 aprile 2013 a Dhaka in Bangladesh, quando il crollo del polo produttivo tessile provocò la morte di 1133 operai e oltre 2500 persone rimasero ferite.

Cristina Bowerman – Foto: Twitter

Nel nostro Paese questo grande evento è coordinato e fortemente voluto dalla stilista Marina Spadafora, ed è sostenuto da Altromercato e ActionAid.

Sono davvero tanti i testimonial vip di questa edizione:  le attrici Amanda Sandrelli e Stefania Rocca, la scrittrice Chiara Gamberale, la chef Cristina Bowerman, la conduttrice televisiva del programma di Raiuno Storie Vere Eleonora Daniele e il musicista e conduttore radiotelevisivo Alex Braga.

Uno degli appuntamenti più attesi di questa edizione è previsto per giovedì 27 aprile nello spazio NonostanteMarras, concept store del designer e artista Antonio Marras, a Milano dove in un inedito monologo Lella Costa inviterà il mondo del fashion system e non solo a riflettere sul ruolo dell’industria della moda nella rete economico-sociale globale.

Tutti possono aderire alla campagna social di questa edizione per invocare un cambiamento positivo nell’industria delle moda e nei suoi modelli di consumo. Cosa occorre fare? Basta indossare gli abiti al contrario, con l’etichetta bene in vista, fotografarsi e condividere le foto sui social network con l’hashtag #WhoMadeMyClothes, taggando i grandi marchi della moda e condividendo le loro risposte.

Redazione-iGossip