Quantcast

Alessandra Amoroso denunciata per il video Fidati ancora di me

Alessandra Amoroso è stata denunciata per il video musicale Fidati ancora di me poiché avrebbe girato alcune scene tra i palazzi Ater di Tor Marancia, ovvero in mezzo alle case di edilizia pubblica regionale a Roma, senza alcuna autorizzazione per le riprese. Il quinto singolo estratto dall’album Vivere a colori della star di Amici di Maria De Filippi, sta causando una disavventura giudiziaria alla cantante salentina. La notizia è stata diffusa dal Corriere della Sera.

Alessandra Amoroso – Foto: Facebook

Il direttore generale Franco Mazzetto ha presentato una denuncia-querela il 4 luglio scorso in Procura rilevando un danno patrimoniale e gli estremi del reato di invasione di edifici peraltro nella forma perseguibile d’ufficio trattandosi di edilizia residenziale appartenente ad un ente pubblico.

L’Ater ha rivelato che a febbraio la società BMovie Italia srl aveva inviato una mail chiedendo il permesso di girare la clip nei luoghi citati. L’azienda aveva risposto positivamente a patto che si seguisse l’iter autorizzativo e si pagasse il canone previsto: mille euro al giorno e una cauzione di 2.500 euro. A quel punto la produzione avrebbe declinato l’offerta con queste parole: “Stiamo valutando se sia possibile rimandare a data da definire, quindi per il momento non procederemo con la richiesta di autorizzazione”. Nulla di fatto, aveva pensato l’Ater, invece a giugno un dipendente dell’azienda si imbatte nel video di Fidati ancora di me riconoscendo il lastrico solare dell’edificio del lotto 1, civico 63, i vialetti condominiali, e anche il giardino di pertinenza dell’Ater. Da qui la denuncia.

La BMovie Italia srl ha anticipato a Today che si è trattato di un fraintendimento: “È saltato un passaggio nella catena delle richieste dei diritti, a breve chiariremo tutto”. Ha inoltre sottolineato che l’amatissima artista Alessandra Amoroso è estranea ai fatti e non ha alcuna responsabilità in merito.

Stay tuned per saperne di più!