Quantcast

Asia Argento va via dall’Italia dopo lo scandalo Weinstein

Asia Argento va via dall’Italia dopo lo scandalo Weinstein. La famosa attrice e figlia d’arte si è sfogata in tv a Carta Bianca, dopo essere stata criticata e attaccata da diverse donne e uomini dello show business nazionale per aver denunciato gli abusi e le violenze subite 20 anni fa dal celebre e potente produttore cinematografico statunitense Harvey Weinstein soltanto ora. Intanto lo scandalo si allarga e negli Usa anche Bob Weinstein, fratello di Harvey Weinstein nonché co-fondatore della omonima casa di produzione cinematografica, è stato accusato di molestie.

Asia Argento – Foto: Twitter

La figlia del celebre regista di film horror Dario Argento ha raccontato al programma tv di Bianca Berlinguer su Rai 3, #Cartabianca: “Sono a Berlino perché avevo bisogno di andarmene per un po’, il clima di tensione è abbastanza pesante su me e sulla mia famiglia, avevo bisogno di respirare”.

La conduttrice tv e attrice Asia Argento ha spiegato in tv: “Devo ancora capire chi sono. Però è come se si fosse spalancato un portone enorme, sento accanto a me migliaia di persone, non mi sento più sola nelle mie battaglie. Una donna con un suo punto di vista personale viene definita spesso o troia o pazza, io non mi sento nessuna di queste cose. Sono una mamma, una donna che lavora e paga le tasse, ho persone che mi vogliono bene, mi sento una donna libera finalmente”.

Ha raccontato di essersi sentita in colpa “per non essere riuscita a scappare, non aver avuto il coraggio di denunciare”. Poi ha aggiunto: “Non ho avuto nessun favore. Non mi fa piacere stare qua a parlare di queste cose, il mio unico potere è stato dire di no alle proposte di regali e di film che arrivavano da Weinstein, non ho più fatto provini o letto un copione per loro”. Quello che è successo è stata una strettoia e non una scorciatoia: “Sono stata chiusa in una stanza con un maniaco sessuale, un predatore seriale che si è approfittato di me, io ero una ragazzina”.