Pizza italiana al Coronavirus, scoppia la polemica: la tv francese rimuove il video choc

Pizza italiana al Coronavirus: il video choc della tv francese Canal Plus (emittente francese di proprietà del big transalpino delle comunicazioni Vivendi, presieduto da Vincent Bolloré) di pochi istanti mostra un pizzaiolo italiano che, mentre inforna una pizza, ha un attacco di raffreddore, tossisce e starnutisce proprio sul piatto.

Pizza italiana al Coronavirus: il video choc

Il video è stato mandato in onda durante la trasmissione satirica Groland Le Zapoi, ambientata in una Francia immaginaria e che aveva già preso di mira l’epidemia del Covid-19: «La nuova pizza italiana che farà il giro del mondo: Covid-19».

Pizza italiana al Coronavirus: le reazioni della politica italiana

Il pessimo e vergognoso video ha subito scatenato un’ondata di indignazione e sgomento in Italia. La leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha scritto su Twitter: «Inaccettabile che alcuni Paesi chiedano per i prodotti italiani certificazione “virus free”, consapevoli che non esista alcun legame tra Coronavirus e cibo, con l’intenzione forse di danneggiare il nostro export. In Italia e Europa FDI farà le barricate: #DifendiamoilMadeinItaly».

LEGGI I CONSIGLI, LE LINEE GUIDA E LE PRECAUZIONI PER EVITARE IL CONTAGIO DA CORONAVIRUS

La ministra italiana dell’agricoltura Teresa Bellanova ha dichiarato su Facebook: «Il video andato in onda in Francia durante una trasmissione di Canal+ è vergognoso e raccapricciante. Davanti al momento di crisi e difficoltà che non solo il nostro Paese ma l’Europa intera sta affrontando, media e televisioni dovrebbero informare i cittadini, raccontando la verità. Basterebbe quello. Invece si sceglie di denigrare un intero Paese. Questa non è satira, è un’offesa ad un’intera nazione, è un’evidente mistificazione dei fatti. È il populismo fatto immagine». Per poi proseguire: «Si mandano in onda fake news per diffondere paura, dividere, creare barriere ma anche legittimare la concorrenza sleale. Noi non ci stiamo – ha aggiunto -. E il coronavirus, come ribadito più volte dalle autorità europee ed internazionali, non si trasmette tramite cibo. I nostri prodotti sono sicuri, di altissima qualità, e lo certificano i controlli che effettuiamo ogni giorno, fra i più stringenti al mondo. Ho attivato i canali diplomatici per segnalare il contenuto mandato in onda e capirne genesi e portata. Nel frattempo, mi aspetto che Canal+ lo ritiri immediatamente e si scusi. Non con me, ma con i 60 milioni di cittadini italiani, lavoratori, imprenditori, produttori, che, con il loro video disgustoso, sono stati offesi».

Una «pugnalata alle spalle» per colpire il made in Italy agroalimentare «che ha raggiunto il valore record delle esportazioni di 5 miliardi in Francia, che è il secondo mercato di sbocco dopo la Germania», ha affermato Coldiretti dopo «il disgustoso video andato in onda su Canal + che colpisce l’Italia su pizza e coronavirus». Per Coldiretti «si stratta di un attacco meschino e strumentale per cercare di mettere nell’angolo il Made in Italy agroalimentare dopo che nel 2019 ha messo a segno il record di 44,6 miliardi sui mercati internazionali dove è in atto una sfida storica con i concorrenti francesi. «Ancora più grave – ha continuato la Coldiretti – è aver colpito la pizza prodotto simbolo del Made in Italy tanto che l’Unesco ha proclamato nel 2017 l’arte dei pizzaioli patrimonio immateriale dell’umanità».

Dopo l’ondata di indignazione bipartisan provocata dal filmato, il gruppo televisivo francese ha rimosso il video e si è scusato “con gli amici italiani”.

Redazione-iGossip