Quantcast

Britney Spears forse non canterà più: “I farmaci non fanno più effetto”

Britney Spears forse non canterà più. I farmaci non fanno più effetto. L’ha rivelato il suo manager, Larry Rudolph, in un’intervista rilasciata a TMZ.com. “Sulla base delle informazioni che ho e di quello che tutti i professionisti che lavorano con lei hanno potuto conoscere, è chiaro per me che non dovrebbe tornare a fare la sua residency a Las Vegas, sicuramente non nel prossimo futuro e forse mai più”.

Britney Spears con il fidanzato Sam Asghari – Foto: Twitter

Dopo la notizia della sua pausa dalla musica, la Reginetta del Pop è finita in rehab due mesi fa (secondo i suoi fan da almeno quattro mesi) in seguito alle gravi condizioni di salute del padre Jamie Spears.

I numerosi fan le hanno fatto sentire tutta la loro vicinanza, con messaggi di solidarietà e auguri carichi d’affetto in queste settimane davvero difficili. Anche la diva della musica mondiale Celine Dion le ha inviato un bellissimo messaggio.

Il tabloid americano People ha rivelato che la celebre cantante ha potuto allontanarsi dalla struttura specializzata il solo giorno di Pasqua per poter trascorrere la festività in famiglia.

I suoi numerosi fan hanno lanciato la campagna “Free Britney” che ha avuto eco in tutto il mondo diventando anche l’argomento più discusso negli Stati Uniti poiché secondo loro il padre Jamie Spears sarebbe in realtà solamente interessato alla gestione della figlia e che la sua salute non sia precaria, ma soltanto una scusa per motivare il ricovero di Britney.

Ora il suo manager ha dichiarato a TMZ: “È stata la tempesta perfetta – ha detto Rudolph -. Abbiamo dovuto posticipare il suo spettacolo perché i suoi farmaci non fanno più effetto ed era sconvolta dalla malattia di suo padre”. Rudolph ha aggiunto che l’estate scorsa Spears era desiderosa di tornare in tour, ma che per i mesi successivi non ha più avuto alcuna informazione dalla cantante. “Chiaramente non vuole esibirsi ora – ha continuato -. Non voglio che lavori di nuovo fino a quando non sarà pronta fisicamente, mentalmente e professionalmente. Se quel momento non arriverà mai più, non si esibirà mai più. Non ho né il desiderio né la capacità di obbligarla a lavorare di nuovo. Sono qui solo per lei, quando vorrà lavorare. E, se lei volesse mai tornare, le dirò se secondo me è una buona o una cattiva idea”.

Qualche settimana fa anche David LaChapelle ha gettato nuove ombre sullo stato di salute della Reginetta del Pop. Forza Britney!