Quantcast

Correttore compatto: caratteristiche, tipi e metodi di applicazione

Quando si parla di correttore si tende a far riferimento ai cosmetici liquidi o a stick che promettono di annullare le imperfezioni, eppure il correttore compatto promette un risultato impeccabile. Scopriamolo meglio!

Correttore versione compatta- foto lyko.se

Si tratta di un cosmetico molto amato dalle donne perché molto semplice da utilizzare e ideale per un risultato impeccabile.

Conoscere le caratteristiche, i tipi di prodotti in commercio e le diverse modalità di applicazione può aiutare a usare la formulazione compatta nel modo giusto.

Caratteristiche del correttore compatto

Il grado di praticità e il fattore coprenza di questo tipo di correttore aiutano a capire meglio che è il cosmetico ideale per le prove di make-up che si vogliono realizzare:

  • Praticità – Il prodotto compatto, esattamente come tutti gli altri cosmetici compatti, si richiude nel suo astuccio e può essere messo in borsa per ritoccare il trucco in ogni situazione.
  • Coprenza – Il fattore coprenza dipende dal tipo di corretto compatto e dalla tecnica usata per applicarlo, anche se in linea di massima i pigmenti compatti restituiscono una coprenza elevata.

Tipi di correttore compatto

Le case produttrici propongono una vasta gamma di correttori compatti, ognuno pronto a soddisfare una precisa esigenza di make-up:

  • Correttore compatto in crema – Questo tipo di correttore si presenta con una formulazione in crema compattata all’interno di un astuccio e proprio per questo può risultare pastoso e difficile da stendere, ma ideale per una pelle tendenzialmente secca.
  • Correttore compatto in polvere – Il correttore compatto in polvere sembra perfetto per le pelli grasse perché aiuta a mantenere il make-up a lungo ed evita che il sebo faccia scivolare il trucco.
  • Correttore compatto da crema a polvere – Questa versione riserva i vantaggi di tutti e due i correttori compatti perché possiede una consistenza in crema che diventa una formulazione polverosa quando entra a contatto con la pelle.

Come applicare il correttore compatto

Il metodo di applicazione del correttore compatto risulta abbastanza semplice, sia che si tratti di un correttore in crema che di un correttore in polvere:

  • Dita – È sufficiente passare un polpastrello sul prodotto e picchiettare la zona da coprire senza esagerare.
  • Pennello piatto – Il pennello piatto permette di essere più precise e di ottenere un grado di coprenza maggiore. Basta prelevare un po’ di prodotto, rimuovere l’eccesso sul dorso della mano e picchiettare la zona interessata.
  • Pennello morbido – In questo caso il pennello morbido permette di ottenere una coprenza meno invadente e un effetto più naturale.
  • Spugnetta – Generalmente nell’astuccio del correttore compatto si trova una spugnetta per l’applicazione del cosmetico, anche se non si rivela una soluzione molto pratica.