Quantcast

Giusy Ferreri travolta dalle critiche per il suo tributo ad Aretha Franklin

Giusy Ferreri è stata travolta dalle critiche e polemiche per il suo tributo alla grande regina del soul Aretha Franklin, morta a Detroit il 16 agosto scorso per complicanze del cancro al pancreas.

Giusy Ferreri – Foto: Facebook

Dal palco del Deejay on stage, evento organizzato da radio Deejay a Riccione, la cantante italiana è stata infatti chiamata a realizzare un tributo ad Aretha, del tutto improvvisato, assieme a Takagi & Ketra e la band degli Street Clerks.

La performance della mamma vip italiana Giusy Ferreri è stata davvero deludente e a tratti anche raccapricciante…

Il giudizio del popolo del web è stato unanime. “Il tributo ad Aretha Franklin fatto da Giusy Ferreri è stato imbarazzante. Leggendo il testo da un foglietto”, ha cinguettato un follower. Un altro ha aggiunto: “Il sentito omaggio di Giusy Ferreri che ha bisogno del foglio per leggere Oh freedom (freedom) freedom (freedom) oh freedom yeah freedom freedom (freedom) freedom (freedom) freedom oh freedom”. Anche altri artisti si sono scagliati pesantemente contro Giusy, a partire da Cheryl Porter, cantante statunitense trasferitasi in Italia, che ha pubblicato un video che ha fatto il giro del web in cui viene spiegata la gravità dell’accaduto.

“Io non so chi cavolo ha scelto di fare questo grande insulto alla memoria di una delle più grandi cantanti della storia della musica”, ha sottolineato Cheryl Porter. “Siamo a livelli bassissimi. Spero potete capire la gravità di questo grave insulto – ha proseguito – Mancanza di rispetto, mancanza di preparazione. Con tutti i cantanti che ci sono proprio la peggiore per rappresentare la migliore. Stiamo parlando della donna che ha rappresentato la liberazione, l’educazione, la forza delle donne, una cultura sottovalutata per tanti anni in schiavitù, la prima voce di liberazione. Io voglio qualcuno che chieda scusa per questo insulto alla memoria di Aretha Franklin”.

Anche il rapper Mecna ha cinguettato: “Tralasciando la dinamica delle cose, il motivo che porta una goffissima interprete da summer hits di dubbissimo gusto a confrontarsi con dei brani leggendari della regina del soul, io mi chiedo una cosa. E la cosa la dico nel prossimo tweet. Passiamo sul fatto che hai un foglio sul palco per leggere il testo perché magari non conosci a memoria Think anche se ripete sempre la parola think. Ma io dico, come diavolo fai a non sapere che in I say a little pray for you il testo dice forever AND EVER e non forever, forever?”.