Maria De Filippi non è presente sui social: ecco perché

Maria De Filippi non è presente sui social network. La star tv più potente, famosa, popolare e influente di Mediaset ha spiegato i motivi della sua scelta in un’intervista video rilasciata a Witty Tv.  La moglie di Maurizio Costanzo ha asserito: “Stando tanto in televisione anche essere sui social sarebbe troppo. A volte dico… magari cosa cavolo gliene frega alla gente”. Sul web e sulla carta stampata circolano spesso e volentieri indiscrezioni non vere sulla sua persona e sui suoi programmi tv. Qualche esempio? La storia dell’ex ballerino del talent show di Canale 5 Amici di Maria De Filippi Marcus Bellamy, che ha ucciso il suo fidanzato al culmine di una violenta lite.

Maria De Filippi - Foto: Facebook
Maria De Filippi – Foto: Facebook

“Penso alla storia del ballerino di Amici – ha spiegato la conduttrice tv -, sangue e arena… non c’è rispetto su chi è morto. Questo ballerino non faceva parte della nostra produzione, ballava con Ezralow da sempre. Io ho fatto fare a Betti Soldati un’Ansa specificando che non lo conosco. Poteva essere capitato pure a un ballerino di Amici, ma non potevo dire nulla su questo. Ha ballato anche a Sanremo. L’Ansa non è stata riportata, ho capito che da quel lato lì non c’è difesa”.

La presentatrice di Uomini e Donne e C’è posta per te ha poi raccontato un’altra storia piuttosto bizzarra: “Alle bufale sui miei programmi ci sono abituata. Quelle che mi hanno fatto soffrire sono state altre – ha raccontato la moglie del giornalista e conduttore tv Maurizio Costanzo – Una volta, ancora Internet non c’era, ma c’erano le voci di corridoio. Andavo sempre a cavallo e per andarci prendevo un taxi. Mi è capitato un tassista che ha iniziato a parlarmi del permesso del centro storico. All’inizio non ci ho fatto caso. Poi ero al maneggio – ha continuato la conduttrice di Uomini e Donne -, i cavalli hanno le coperte perché d’inverno prendono freddo… C’era il signore che portava la coperta, il cavallo si sporca… Questo signore ogni volta mi parlava del permesso del centro storico. Io ero abituata a sentirmi chiedere dei miei programmi. La mia risposta era: Sì, mio marito è amico di Rutelli, allora sindaco di Roma, ma non è che gli posso chiedere il permesso. La bufala era che io e la Palombelli eravamo socie di una società che gestiva i posteggi, io sarei stata quella che lucrava sui posti di Roma. Questa mi aveva scocciato”. Storie inventate ad hoc che mandano giustamente in bestia i nostri amati vip!