Melissa Satta difende Kevin Prince Boateng: “Non è un bad boy”

??????????

Melissa Satta ha difeso il suo compagno, il calciatore dello Schalke 04 Kevin Prince Boateng, in un’intervista rilasciata al settimanale di gossip Chi. In questi ultimi mesi l’ex centrocampista tedesco naturalizzato ghanese è finito al centro delle polemiche per liti fuori e dentro i campi da gioco. E’ stato battezzato il bad boy del Ghana. Proprio per questo motivo la mamma vip di Maddox è intervenuta pubblicamente per smentire quanto scritto nei giornali in questi ultimi tempi.

“Dipingono Kevin come un bad boy – ha asserito l’ex velina mora di Striscia la notizia -, ma non c’è niente di più sbagliato. E’ un uomo di 28 anni che ama il calcio e fa il suo lavoro da professionista. C’è una sorta di pregiudizio contro di lui perché è tatuato e ha i capelli con la cresta ossigenata. Ma lui è un uomo di sani valori. In realtà l’hanno usato come capro espiatorio. La squadra andava male. Lo hanno spedito in panchina per nove partite senza motivo. Appena è rientrato in campo – ha proseguito la compagna di Kevin Prince Boateng -, ha segnato e fatto segnare. Poi l’hanno sospeso. Vi sembra normale? Forse a qualcuno dava fastidio”.

La bellissima showgirl del programma tv Tiki Taka ha poi spiegato: “Kevin non è stato licenziato dallo Schalke04 come scrivono i giornali, ma sospeso che è ben diverso. Lui è ancora sotto contratto con la squadra tedesca. Un contratto che scade tra un anno. La verità è che lo hanno usato come capro espiatorio perché la squadra andava male”.

Kevin Prince Boateng è stato sospeso dal club tedesco e non licenziato come si è detto in queste ultime settimane per due motivi ben precisi che sono stati rivelati dal presidente dello Schalke 04: scarso impegno e comportamento non professionale. Clemens Tönnies, proprietario dello Schalke, ha però fornito un’altra versione dei fatti rispetto a quella dell’ex velina: “Fosse dipeso da me lo avrei cacciato prima. Cerca sempre gli errori che fanno gli altri e li evidenzia. A quello che sbaglia lui non pensa proprio. Non solo non ha più aiutato la squadra, spesso ci ha danneggiato mettendo zizzania. Non ci sono possibilità che torni allo Schalke, che indossi ancora la nostra maglia. Per lui è finita”.

L’ex calciatore milanista è tornato nel capoluogo lombardo per stare insieme con la sua adorabile fidanzata e il figlio Maddox.