Neonato di Folignano: Deceduto A Causa Di Un Incidente Domestico E Seppellito Dalla Madre

Fermati intorno alle 5:20 i genitori del neonato scomparso pochi giorni fa a Folignano (Ascoli Piceno). La madre venticinquenne, Katia Reginella, ha confessato di avere seppellito il piccolo corpo dopo che questi era morto in seguito ad una caduta accidentale. Nel frattempo gli investigatori stanno cercando il neonato nei luoghi indicati dalla donna, ma ancora non vi è stato alcun ritrovamento. Per questo motivo la morte del neonato non viene ancora data per certa.
I Carabinieri di Ascoli Piceno erano stati allertati dai servizi sociali: la coppia non riusciva a dare alcuna spiegazione rispetto a dove potesse trovarsi il neonato. La famiglia aveva già avuto due figli, di 3 e 5 anni, che erano stati dati in affidamento a causa dei maltrattamenti fisici e psichici subiti. Entrambi i bambini, infatti, alla nascita sani, a causa dei maltrattamenti subiti oggi sono portatori di handicap: uno è sulla sedia a rotelle e l’altro ha problemi di vista e un ritardo linguistico e cognitivo.
Alla notizia della nuova nascita nella famiglia, i servizi sociali hanno pensato bene di andare a fare visita alla famiglia per attestarne le condizioni. Alla prima visita hanno trovato tutto abbastanza in ordine, ma alla seconda visita il bimbo era scomparso e i genitori non hanno dato alcuna spiegazione. A questo punto sono scattate le denunce e l’inizio delle ricerche terminate con il tragico epilogo appena salito a galla.
I due genitori sono attualmente già stati trasferiti in carcere, il padre in quello di Marina del Tronto e la madre a Teramo

WebWriter