Omicidio Melania Rea, ultime notizie: Salvatore Parolisi pericoloso, arresto vicino?

Ultime notizie: Melania Rea, Salvatore Parolisi è considerato dalla Procura di Ascoli che chiede l’arresto del giovane, un uomo pericoloso che, quindi, potenzialmente, potrebbe uccidere di nuovo. La fuga di notizie, condannata anche dai legali di Parolisi, ha svelato la richiesta di arresto della Procura nei confronti del marito di Melania Rea, unico sospettato del terribile omicidio.

Ora è il gip Carlo Calvaresi a dover decidere se rigettare o accogliere la richiesta dei Pm. Ha tutto il tempo a disposizione ma, si chiedono in molti, qualora venisse dato credito alla “pericolosità” del sospettato e, soprattutto dopo la fuga di notizie, l’arresto sarebbe già dovuto essere eseguito. I legali difensivi dell’indiziato hanno elaborato una strategia difensiva volta a sostenere che Melania Rea (ultime notizie a parte), sarebbe stata uccisa da una donna: sotto le unghie della giovane 32 enne di Somma Vesuviana, infatti, durante l’esame autoptico, sarebbero state trovate tracce di dna di natura femminile.

Oltre ai risultati dell’autopsia sul cadavere di Melania, il gip sta valutando i rilievi degli accertamenti dei Ris, i tabulati telefonici e le varie testimonianze  vagliate dagli inquirenti. Accoglierà la richiesta di misura cautelare? Se il marito di Melania fosse davvero pericoloso e se fosse davvero colpevole, non ci sarebbe il pericolo di fuga, di violenza contro teste di accusa,  o la possibilità di inquinamento delle prove? O  evidentemente le forze dell’ordine tengono sotto controllo Parolisi o il quadro accusatorio della procura risulta inconsistente. Dove sta la verità? Quando sarà fatta giustizia per la povera Melania? La famiglia e l’opinione pubblica attendono risposte. La speranza è che non si tratti, ancora una volta, di uno dei tanti casi irrisolti “all’italiana”!

WebWriter