Stupro Piazza Di Spagna: Fu Gioco Erotico

Grossi guai per la ragazza 23enne spagnola che il 19 febbraio scorso ha denunciato di essere stata vittima dello stupro da parte di due uomini sconosciuti a due passi dall’affollatissima Piazza di Spagna a Roma. La giovane è crollata davanti alle continue domande degli investigatori che le hanno estirpato la verità: si trattava di una bugia che doveva velare il gioco erotico che la ragazza stava compiendo con il suo fidanzato.

In lacrime, la ragazza confessa come durante la sera del 19 febbraio avrebbe avuto un rapporto sessuale con uno sconosciuto e perdipiù non prottetto. La bugia avrebbe seguito il desiderio della ragazza di sottoporsi gratuitamente alla profilassi sanitaria  prestatale dal pronto soccorso.

Spaventata per il suo rapporto non protetto con lo sconosciuto, sul quale il compagno era perfettamente d’accordo, la ragazza avrebbe poi denunciato immediatamente lo stupro proprio per essere portata in ospedale dove le avrebbero assicurato l’assistenza medica necessaria.

La bugia della ragazza è stata scoperta in seguito alla visione dei filmati registrati dalle telecamere poste nelle vicinanze del luogo dove sarebbe accaduto il fatto, durante la quale gli investigatori non hanno trovato alcuna traccia del reato. Investigando più a fondo avrebbero quindi poi scoperto che a guidare il tutto è stato il fidanzato quarantenne che le ha imposto l’adescamento di uno sconosciuto per aver con lui un rapporto occasionale, durante il quale poi il preservativo si è rotto destando così estrema preoccupazione nella giovane spagnola, ora colpevole di simulazione di reato.

WebWriter