Yara Gambirasio Ultime Notizie : Esami Sui Vestiti

Attualmente in corso tutti gli esami sugli indumenti (o meglio sul resto di essi) che vestivano il piccolo cadavere di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra, il giorno del suo ritrovamento. In particolare, il giorno della sua scomparsa che risale all’ormai lontano 26 novembre 2010, la giovane Yara indossava una felpa di Hello Kitty, pantacollant neri, una t-shirt azzurra Freddy che utilizzava per danzare, un bomberino di colore nero e infine le scarpe Converse All Star anch’esse nere. Insomma, Yara Gambirasio vestiva proprio come una qualsiasi ragazzina della sua età e quindi mai provocante e sicuramente lontana dal generare impulsi sessuali se non in un deviato mentale che vedeva nella piccola uno sfogo alla sua frustrazione.

In queste ore sono proprio le scarpe di Yara Gambirasio il centro delle attenzioni della scientifica che in particolare ha posto sotto la lente le suole in plastica poiché il materiale trovato sotto di esse, insinuatosi fra le numerose pieghe antiscivolo delle calzature, potrebbe portare a nuovi inaspettati dati. Prima di tutto sarebbe da verificare se le suole contengono tracce di quel famoso campo di Chignolo D’Isola perché se così non fosse, tutto lascerebbe giustamente credere che il cadavere v’è stato portato successivamente e che quindi l’omicidio sia avvenuta in altro luogo.

Intanto nel campo del ritrovamento sono stati rinvenuti altri pezzi di stoffa e materiali plastici, che sebbene potrebbero essere totalmente esterni alla vicenda, sono comunque stati portati in laboratorio per un accurato esame al fine di rivelare quanti più indizi possibili.

WebWriter