Tantouring, la nuova declinazione del contouring

Il contouring trova una nuova declinazione tutta estiva chiamata tantouring: “tan” sta per abbronzatura e “touring” sta per contouring. Scopriamo meglio di cosa si tratta!

Pelle sunkissed- foto medaboutme.ru

La base dello sculpting viso è stata l’ispirazione di diverse tecniche di make-up, dallo strobing al non-touring. Tutte condividono l’obiettivo di scolpire il viso.

L’idea di base è quella di giocare con luci e ombre per scolpire il viso, mettendo in risalto i punti di forza e minimizzando i punti deboli.

Nell’ultimo periodo si sta facendo strada una nuova versione del contouring chiamata tantouring, vale a dire una tecnica che crea il contouring con l’autoabbronzante.

Tantouring

Il tantouring permette di essere perfette senza dover usare necessariamente fondotinta, blush, correttori e illuminanti. In più si rivela molto più duraturo rispetto al contouring.

Tutto quello che occorre è avere a disposizione due cosmetici per scolpire il viso (autoabbronzante e illuminante) e uno spray illuminante.

La cosa importante per scolpire il viso con questa tecnica è sufficiente applicare l’autoabbronzante su tempie, naso, sotto gli zigomi e sotto il collo e sfumare con un illuminante.

Il tantouring scolpisce il viso e allo stesso tempo crea una pelle “baciata dal sole”, regalando un effetto finale abbastanza naturale che esprime il suo pieno potenziale il giorno dopo.

Come realizzare il tantouring

La tecnica del tantouring non è difficile da realizzare, specialmente se si prepara la pelle adeguatamente e si scegliere l’abbronzante giusto.

Non ci resta che scoprire come realizzare il tantouring e dire addio alla realizzazione di un trucco contouring giornaliero.

Preparare il viso

La prima cosa da fare è preparare la pelle, un po’ per evitare la comparsa di piccole imperfezioni e un po’ per far durare l’effetto più a lungo.

In questo caso occorre detergere in profondità, effettuare uno scrub delicatissimo e applicare una crema nutriente e idratante.

Applicare l’autoabbronzante

Gli autoabbronzanti viso sono prodotti appositamente pensati per regalare una pelle sunkissed durante tutto l’anno.

Nel caso del tantouring, però, viene utilizzato per creare un gioco di luci e ombre che scolpisce il viso in modo naturale.

Non bisogna far altro che picchiettare l’autoabbronzante su tempie, naso, sotto gli zigomi e sotto il collo con una Beauty Blender o i polpastrelli e sfumare il prodotto per evitare stacchi di colore.

Sfumare con l’illuminante

L’illuminante con il suo effetto luminoso diventa protagonista della tecnica tantouring. Basta sceglierne uno della tonalità giusta rispetto al tipo di pelle, più chiaro per le pelli chiare e più ambrato per le pelli scure.

In questo caso il cosmetico deve essere utilizzato per sfumare l’autoabbronzante mediante l’ausilio di una spugnetta o le mani.

Spray illuminante

Lo spray illuminate rappresenta la ciliegina sulla torta di questa tecnica di make-up perché contiene delle particelle riflettenti che donano un effetto luminoso e un aspetto riposato.

Il consiglio in più…

Se si decide di provare il tantouring allora è meglio non usare scrub o prodotti a base di oli minerali per evitare di perdere l’effetto duraturo del make-up.

In linea di massima per mantenere un effetto sunkissed il più naturale e il più a lungo possibile è necessario ritoccare il make-up con costanza.

Myriam