Quantcast

Sara Daniele ricorda il padre Pino scomparso 3 anni fa

Sara Daniele ha ricordato il padre Pino scomparso 3 anni fa durante un’intervista rilasciata al settimanale Oggi e in un post su Facebook. La figlia del compianto cantautore e musicista Pino Daniele ha parlato del dolore provato e della pericolosa strada su cui si stava incamminando.

Sara Daniele – Foto: Facebook

“Dopo la morte di mio padre, nei mesi successivi, quando il rumore intorno a noi si era spento e l’attenzione scemata – ha confessato Sara -, quando la gente pensava che ormai il brutto fosse passato, è successo che io mi sono persa. Ma per davvero. Passavo la mia giornata in tuta e alle 11 del mattino avevo già il bicchiere di vino in mano. Odiavo tutto e tutti. Per prima me stessa”.

La grande amica di Aurora Ramazzotti ha aggiunto: “Ero smarrita. Fragile. Irriconoscibile. Piena di rancore che riversavo su me stessa… Un giorno ho capito che dovevo cambiare qualcosa, io e basta, e ho telefonato all’università inglese che mi aveva accettato l’anno precedente e ho chiesto di rientrare la sessione successiva… So benissimo di essere scappata. La mia famiglia ha elaborato il lutto, io l’ho solo accantonato”.

Lei pensa sempre al papà: “Così per me è come se mio padre fosse in tour… Ho fatto tante cose in questi tre anni, tante scelte, tante sfide, è normale che io mi chieda cosa mio padre ne avrebbe pensato. Sarebbe fiero di me oggi? Ho la fortuna di sentire ancora la sua voce, ma non è l’artista che mi manca, ma il padre”.

Sara Daniele ha poi scritto un bellissimo ed emozionante messaggio sul suo profilo Facebook per ricordare suo padre Pino: “Tre anni senza di te. Oggi le lacrime scendono giù, ma lo sguardo é sempre più verso il cielo. T’immagino seduto a guardarci, che ti vanti con gli altri angeli dei tuoi piccoletti: ti vedo ridere assieme a noi alle nostre battute o scuotere la testa quando sbagliamo. Ma questo è il bello – ha continuato Sara -, perché in realtà tu ci sei sempre..bisogna solo essere più attenti per accorgersene. Oggi si ricorda un grande meraviglioso uomo, che ha insegnato molto sia sul palco che dentro le mura di casa. Di tutte le persone che parleranno di te, io terrò a mente solo quelle di cui mi parlavi tu. Non sei mai andato via, sei ovunque. Pino è con noi. Papà è con noi”.