Quantcast

Strage di Corinaldo, il manager di Sfera Ebbasta: “Serve chiarezza, Dj set previsto per le 2”

Strage di Corinaldo, il manager di Sfera Ebbasta ha chiesto che venga fatta subito chiarezza su questa tragedia che ha sconvolto l’Italia. Shablo ha dichiarato all’Ansa che è indispensabile che le dinamiche siano chiarite al più presto e accertate le responsabilità di quanto avvenuto la sera del 7 dicembre nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo, nelle Marche, che ha provocato la morte di una giovane mamma e di 5 ragazzini.

Sfera Ebbasta ha cancellato tutti gli impegni promozionali è in lutto, come l’Italia intera. L’arrivo del re della trap italiana alla Lanterna era previsto per le 2 di notte, dopo essersi esibito sul palco dell’Altromondo per la prima delle due performance previste quella sera. Nel tragitto da Rimini a Corinaldo, Sfera è stato informato dei tragici fatti della discoteca nell’anconetano e dell’annullamento del dj set. Non è quindi mai arrivato alla location.

Per la tragedia nell’Anconetano, la magistratura ordinaria procede per concorso in omicidio colposo aggravato nei confronti di sette persone tra proprietari e gestori. Indagato un minorenne per omicidio preterintenzionale: “Atto dovuto, ha detto il procuratore per i minori delle Marche, Giovanna Leboroni, spiegando che il suo ufficio procede per “omicidio preterintenzionale, lesioni dolose e lesioni colpose”.

“In molti stanno parlando di una persona indagata. Lo confermo, abbiamo un soggetto minorenne indagato ma sottolineo che in questo caso è un atto dovuto. Tutto è da vedere. E’ stato chiamato in causa da tre persone, ma in modo generico. La consistenza indiziaria è da valutare”. Lo ha detto Giovanna Leboroni, procuratore per i minori delle Marche, in conferenza stampa ad Ancona a proposito della tragedia nella discoteca Lanterna Azzurra.