Mariano Catanzaro difende Raffaella Mennoia di Uomini e Donne

Mariano Catanzaro ha preso le difese dell’autrice di Uomini e Donne, Raffaella Mennoia, dopo le accesi e roventi polemiche delle ultime settimane scatenate prima dall’ex corteggiatore del trono gay Mario Serpa e poi dall’ex tronista del trono classico Teresa Cilia.

Mariano Catanzaro – Foto: Facebook

L’ex tronista ed ex corteggiatore campano ha difeso tutta la redazione, gli autori e la conduttrice tv Maria De Filippi in un’intervista rilasciata al settimanale di gossip Novella 2000: “Raffaella mi ha sempre lasciato fare ciò che volevo. Chi ha seguito il format sa che ho realizzato le cose più assurde per dimostrare il mio interesse alle corteggiatrici. Mi sono travestito tante volte e ho organizzato serenate e appuntamenti originali”.

Per poi aggiungere: “In questo mio percorso la redazione mi ha sempre permesso di dare libero sfogo al mio ego, senza costrizioni né condizionamenti. Posso solo ringraziarli per la loro disponibilità e professionalità. Purtroppo non sono uscito benissimo dal programma. perché nelle prime esperienze da corteggiatore sono riuscito ad essere me stesso. una volta salito sul trono ho dato troppo peso al parere della gente, dimenticando chi fossi davvero”.

Catanzaro ha svelato anche un retroscena inedito del dietro le quinte: “Poco prima che la puntata cominciasse, un giorno, Raffaella mi ha convocò nel suo studio. Mi disse che dovevo ritrovare quella verve e quella genuinità che loro avevano conosciuto e apprezzato di me. Tra l’altro mi disse che se avessi continuato a comportarmi in quel modo avrebbero chiuso in anticipo il mio trono. Ecco per me quella di Uomini e Donne è stata un’esperienza pazzesca. Sarò sempre grato a Maria, a Raffaella e a tutte le persone che ci lavorano e mi hanno dato questa possibilità. Se tornassi indietro non commetterei più certi errori e farei il possibile per essere sempre me stesso”.

Redazione-iGossip