Uomini e Donne, anticipazioni trono over 21 febbraio 2018

Le anticipazioni del trono over di Uomini e donne ci raccontano che ancora una volta i sentimenti saranno protagonisti assoluti del people show di Maria De Filippi. Ma vediamo quello che è successo.

Uomini e donne, anticipazioni trono over 21 febbraio 2018- foto lanostratv.it

La puntata si apre con il siparietto tra Domenico e Tina: il cavaliere insegue l’opinionista e balla la bachata davanti a lei.

Parte il recall della scorsa puntata e lo sfogo di Gemma riguardo il regalo che Giorgio ha fatto ad Anna.

La dama torinese entra in studio e viene aggredita dalle parole di Tina e Anna mentre dal parterre Angelo confessa che quando frequentava Anna, lei aveva il sospetto che tra la l’opinionista e il “Gabbiano” ci fosse qualcosa di più di una semplice amicizia.

Tina difende la sua posizione e chiede a Giorgio di dire che tra loro non c’è mai stato nulla.

Angelo ritiene che Gemma continui a sbagliare ad uscire con altri uomini perché così facendo sta mancando di rispetto a Giorgio.

Maria torna sull’intervista di Giorgio di qualche settimana fa, nella quale il cavaliere avrebbe detto che la loro storia d’amore sarebbe potuta andare avanti se lei gli avesse detto alcune cose.

Parte un file audio dell’intervista di Giorgio che Oliviero Marchesi, giornalista del settimanale “Di più”, ha mandato alla redazione.

In studio viene fatto ascoltare uno stralcio in cui si sente dire da Giorgio che ha amato Gemma a suo modo. La dama torinese contesta le sue parole.

Maria precisa che Gemma ha raccontato di sentire delle emozioni da parte di Giorgio nei suoi confronti, ma il cavaliere nega.

Giorgio torna al suo posto e dice a Gemma che non staranno mai più insieme.

Due sedute al centro e parte il recall che vede protagonisti Anna e Valter. Il cavaliere entra in studio e si siede davanti a lei: i due si sono visti ed è scattato anche il bacio.

Anna lamenta che spesso non è molto presente ma lui precisa che si sentono tutte le sere.

Gemma intanto è dietro le quinte in lacrime.

Myriam