Quantcast

Alda D’Eusanio rivela: “Il mio neurologo mi aveva sconsigliato di andare al GF Vip”

Alda D’Eusanio ha rivelato che il suo neurologo le aveva sconsigliato di andare al Grande Fratello Vip 5 come concorrente a causa di strascichi considerevoli legati all’incidente del 2012, quando uno scooter la investì, mandandola in coma. La famosa giornalista e conduttrice tv è stata querelata dalla diva della musica italiana Laura Pausini e dal compagno Paolo Carta per le gravissime frasi pronunciate nella Casa del GF Vip, ma anche da Adriano Aragozzini per le sue frasi shock su Mia Martini.

Alda D’Eusanio – Foto: Instagram

Al settimanale Nuovo ha rivelato: “Diceva che nelle mie condizioni non avrei retto per più di tre ore perché ad un certo punto sarebbe crollata la mia soglia d’attenzione e avrei potuto combinare pasticci. Aveva ragione”.

Alda D’Eusanio si è detta molto delusa e rattristata dal fatto che Mediaset non le ha concesso la possibilità di chiedere scusa pubblicamente e spiegare le sue ragioni. L’ex presentatrice di Al posto tuo ha infatti asserito: “La cosa che più mi fa soffrire è che la rete non mi abbia permesso di scusarmi pubblicamente”.

Alda D’Eusanio ha chiesto scusa a Laura Pausini in un post condiviso sui suoi profili social. Intanto l’82enne giornalista, produttore discografico, produttore teatrale, produttore televisivo romano ed ex patron del Festival di Sanremo Adriano Aragozzini ha presentato tramite lo Studio Legale Mlt di Roma una denuncia-querela contro Alda D’Eusanio alla Procura Generale della Repubblica di Roma per «gravissima calunnia nei riguardi di Adriano Aragozzini in occasione di una puntata del programma televisivo Grande Fratello Vip ripreso e mandato in onda sulle Reti Mediaset la D’Eusanio si è permessa di dare del delinquente ad Adriano Aragozzini su una circostanza destituita da ogni fondamento essendo bel noto a tutti in Italia assolutamente il contrario».

Il legale sottolinea infatti come Adriano Aragozzini «abbia fatto rivivere come artista Mia Martini portandola al Festival di Sanremo del 1989 facendola partecipare al Tour Sanremo in the World con concerti a Tokyo New York Toronto San Paolo del Brasile e Francoforte ed inoltre Aragozzini in 5 anni che ha organizzato il Festival ha scritturato per 3 Mia al Festival».

L’Avvocato Elisabetta Calvario – sempre su richiesta di Aragozzini – ha «presentato denuncia contro Alda Deusanio al Tribunale Civile di Roma richiedendo un danno di un milione di euro che verrà interamente versato per beneficenza al Presidente della Caritas Internationalis Cardinale Luis Antonio Tagle al Vaticano.