Quantcast

Ancora altre persone salvate all’Hotel Rigopiano

Sale a 5 il numero dei morti, ma i soccorritori non perdono la speranza. E’ stato un piccolo miracolo quello di ieri, che ha visto molte persone salvate, ancora vive, dopo che erano riuscite a ripararsi.

Altre quattro persone, due donne e due uomini, sono state estratte vive nella notte dalle macerie dell’Hotel Rigopiano, sul Gran Sasso, flagellato dalla neve e dal terremoto. Salgono così a 11 i superstiti: due uomini rifugiati in auto, cinque persone recuperate venerdì in giornata e quattro nella notte.

“Abbiamo altri segnali da sotto la neve e le macerie, stiamo verificando. Potrebbero essere persone vive, ma anche le strutture dell’albergo che si muovono sotto il peso della neve”, ha affermato il dirigente dei vigili del fuoco Alberto Maiolo. Già avere estratto diverse persone vive, data la situazione molto critica, è una grande vittoria e una grande soddisfazione.

I dispersi, purtroppo, sono ancora molti, forse 19. Ma si continua a scavare, e lo si farà finché non ci sarà più nessuna speranza: perché anche i miracoli, a volte, accadono.