Quantcast

Anna Munafò a Pomeriggio Cinque “Emanuele pensava solo alle serate”

anna-munafò7

A Pomeriggio Cinque, Anna Munafò parla della rottura con Emanuele Trimarchi “Dopo l’ospitata a Domenica Live, ci siamo visti due-tre settimane dopo per lavorare e poi non ci siamo più rivisti. Lui ha iniziato a lavorare, una cosa e l’altra, non c’era tempo per tutto il resto. Non ci vedevamo mai perché lui doveva lavorare. Avevamo un ultimo lavoro da fare insieme, lì abbiamo parlato come due persone mature, con il sorriso come ci siamo conosciuti, ci siamo lasciati” ha raccontato

“Diciamo che si è avverato quello che io per cinque mesi ho sempre sostenuto. Ho sempre detto che essendo un ragazzo giovane alle prime armi con il mondo dello spettacolo, era normale che non volesse più uscirne. Ciò che è quello che mi è sempre trasmesso ma sono andata contro tutto e tutti, contro me stessa, e ho fatto questa scelta. Ho seguito il cuore”.

“E’ finita definitivamente. Il motivo scatenante è stata l’incompatibilità tra due persone. Io dicevo bianco, lei diceva nero. Avevamo due mentalità differenti. Avendo 29 anni, lei aveva bisogno di una situazione stabile. Sembra che la colpa sia stata solo mia, che non ho voluto più star con lei. Però, diciamo che è finita dopo il viaggio che abbiamo fatto per il programma. Forse ero infatuato. Oggi non penso a lei. Io le voglio bene perché abbiamo condiviso un percorso di vita insieme. Mi dispiace solo che non si è concretizzato qualcosa di più stabile però è stata un’esperienza che ci ha fatto cambiare. Sto cercando la persona che faccia per me. Adesso lavoro, sto riprendendo la mia vita di prima. Se mi mancava qualcosa di lei, avrei fatto un passo indietro ma non è così. Sto bene così”.