Al Bano impaurito dalla crisi: “Troppe spese e poche entrate, così vado avanti solo un anno”

Al Bano Carrisi è davvero spaventato e impaurito dalla crisi economico-finanziaria scaturita dalla diffusione della pandemia da Covid-19 in Italia. La sua azienda agricola, Tenute Al Bano, rischia di fallire. Il celebre e ricco cantautore pugliese ha dichiarato al settimanale Diva e Donna: “Troppe spese e poche entrate, così sopravvivo solo un anno”.

Al Bano Carrisi – Foto: Facebook

I concerti in giro per il mondo sono bloccati, la pandemia ha fermato tutto e l’ex marito di Romina Power è visibilmente preoccupato: “Ho solo uscite, nessuna entrata. Limando qua e là, con le giuste accortezze, vado avanti un anno”.

Si sente responsabile per le cinquanta famiglie che lavorano per lui all’interno della tenuta di Cellino San Marco: “Sono 50 famiglie senza reddito”. Al momento il ristorante e l’albergo all’interno della tenuta sono rimasti chiusi, in polemica con il governo e le nuove norme per la sicurezza: “Lei ha letto tutte le norme per riaprire? La spesa non vale l’impresa e poi finirebbe per assomigliare tutto ad un ospedale. E un ristorante non può sembrare un ospedale”.

Al Bano ha poi aggiunto: “Vedremo quando a settembre dovremo fare la vendemmia quando ci sarà la raccolta delle olive come faremo”. Il leone delle Puglie è preoccupato pure per la musica e i tour per i concerti: “Chi si fida a prendere un aereo, ad andare per il mondo con questo dannato virus in giro! Con costi poi che sono una sperequazione! Non capisco perché la musica leggera sia sempre considerata la Cenerentola dello spettacolo. Trovano contributi per tutti, ma non per chi fa il nostro lavoro”.

Come si suol dire: anche i ricchi piangono. Le sue dichiarazioni hanno però sollevato un vespaio di polemiche in Rete e scatenato un sacco di reazioni negative da parte di tutti coloro che non sono né ricchi né famosi… E voi che cosa ne pensate?

Redazione-iGossip