Arrestata Sarah Tabar: la 22enne che voleva assomigliare ad Angelina Jolie è accusata di blasfemia e istigazione alla violenza

Arrestata Sarah Tabar. La 22enne webstar iraniana che voleva assomigliare alla diva del cinema internazionale Angelina Jolie è accusata di blasfemia, istigazione alla violenza per aver insultato i simboli islamici, tra i quali l’hijab, acquisizione illegale di proprietà, insulto al codice di abbigliamento del Paese e incoraggiamento dei giovani a commettere corruzione.

La sosia di Angelina Jolie in versione sposa cadavere si sarebbe sottoposta a 50 interventi, anche se la maggior parte delle fotografie che la ritraevano come un fantasma erano modificate grazie al trucco e al montaggio digitale. «Dietro la sua spaventosa somiglianza — scrivono alcuni utenti — ci sarebbe solo una grande abilità nell’utilizzo del make-up e del fotoritocco».

Il suo profilo Instagram non è stato cancellato. Tabar è l’ultima di una lunga lista di influencer e blogger di moda iraniani online che sono stati fermati dalla legge ma il rapporto sulla sua detenzione ha scatenato la denuncia online delle autorità, con un tweet che suggerisce sarcasticamente che avrebbe dovuto indulgere in attività meno incendiarie, come appropriazione indebita e omicidio.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Sahar Tabar (@sahartabar_officialx) in data:

Redazione-iGossip