Coronavirus nel Nord Italia: regole da rispettare e sanzioni per chi viola la zona rossa

Il nuovo Coronavirus si sta ormai diffondendo a macchio d’olio in tutto il mondo. Per contenere i rischi, il Governo italiano ha dettato delle linee guida da rispettare e sanzioni per chi viola la zona rossa.

Coronavirus – Foto: Pixabay.com

Questa zona rossa è costituita da dieci Comuni lombardi (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia e Terranova dei Passerini, tutti nel lodigiano) e da uno solo veneto (Vo’, in provincia di Padova). In questi territori si sono sviluppati i due maggiori e principali focolai del virus.

Il decreto-legge, che è stato approvato dal Consiglio dei Ministri su proposta del presidente Giuseppe Conte, introduce misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019.

Il decreto legge prevede il divieto di allontanamento dai Comuni della Zona rossa da parte di tutti gli individui presenti negli stessi, nonché il divieto di accesso. Sono poi disposte la sospensione dei viaggi di istruzione organizzati dagli istituti scolastici, la sospensione dei servizi di trasporto di merci e di persone, terrestre, ferroviario, nelle acque interne e pubblico locale, anche non di linea, ad esclusione del trasporto di beni di prima necessità e deperibili; infine, è indicata la sospensione delle attività lavorative per i lavoratori residenti o domiciliati nell’area interessata, qualora le stesse si svolgano fuori dal Comune o dall’area indicata.

Per chi vìola queste regole, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, si applicano le disposizioni dell’art. 650 del Codice Penale, che prevede l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino a 206 euro.

Redazione-iGossip