Influenza in arrivo: quest’anno sarà molto insidiosa

Influenza in arrivo: quest’anno sarà molto insidiosa. Il primo virus della stagione, di specie B, è stato identificato a Parma da un tampone faringeo di una bambina di 6 anni ricoverata nel reparto di Pediatria generale e d’urgenza dell’azienda ospedaliero-universitaria.

Termometro – Foto: Pixabay.com

Il risultato, sottolineano ancora dall’ospedale di Parma, “è rilevante anche dal punto di vista epidemiologico, in quanto dimostra che la circolazione di virus influenzali non è strettamente limitata alla sola stagione invernale e ribadisce la necessità di attuare da parte degli specialisti controlli puntuali e di applicare metodi diagnostici sofisticati, in grado di permetterne il rilevamento in maniera precoce e accurata”. Secondo le stime dei virologi, l’influenza colpirà circa 6 milioni di italiani. Meno degli anni scorsi. Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università di Milano, ha rivelato che a questi casi di influenza vera e propria si dovranno aggiungere comunque almeno 8 milioni di casi di simil-influenza, dovuti a qualcosa come 262 altri tipi di virus più blandi, certo molto fastidiosi ma che non necessariamente costringono a letto chi ne è vittima.

“I virus dell’influenza saranno più insidiosi rispetto agli anni passati – ha spiegato Pregliasco – perché, come risulta dalla stagione influenzale dell’emisfero australe, si sono diffuse due nuove varianti dei virus, H3N2 (A/Kansas) e H1N1(A/Brisbane), che causano quelle forme influenzali che, soprattutto l’H1N1 nei bambini e l’H3N2 nei più anziani e fragili, possono provocare maggiore severità e un più alto rischio di complicanze”. In particolare, Pregliasco ha precisato che “soprattutto l’H3N2 ha la capacità di lavorare in coppia con lo streptococco pneumoniae, e può quindi portare una sovrapposizione batterica”.

Redazione-iGossip