Quantcast

Barbara D’Urso vecchia e nana siliconata: rinviato a giudizio il papà di Guendalina Tavassi

Barbara D’Urso continua a finire al centro della cronaca giudiziaria. Dopo essere stata denunciata per inadempimento degli obblighi familiari dall’ex marito Michele Carfora, Barbara D’Urso conquista nuovamente pagine di giornali cartacei e web poiché dopo essere stata pesantemente insultata e offesa su Facebook dal papà dell’ex gieffina ed ex naufraga vip dell’Isola dei famosi Guendalina Tavassi, Luciano Tavassi è stato rinviato a giudizio per diffamazione.

Barbara D'Urso nana e siliconata

I fatti risalgono al 2010 quando sua figlia, l’ex naufraga vip dell’Isola dei famosi Guendalina Tavassi, era concorrente dell’undicesima edizione del reality show di Canale 5 ed era in lizza per la vittoria finale del Grande Fratello 11. Luciano Tavassi rivelò che Barbara D’Urso voleva far entrare nella Casa più spiata e famosa d’Italia la modella e showgirl Andrea Lehotska, che in quel momento stava vivendo una relazione d’amore con suo figlio. Erano però voci non corrispondenti al vero. Solo pettegolezzi infondati e lui si scagliò pesantemente contro Barbara D’Urso, accusandola di voler a tutti i costi sfavorire sua figlia Guendalina.

Poi sulla sua pagina Facebook si scagliò duramente contro la presentatrice di Domenica Live e Pomeriggio 5 descrivendola come “vecchia” e “nana siliconata”. I fan della giovane e sexy mamma vip Guendalina Tavassi si scatenarono contro Barbara D’Urso con altri insulti e offese ancora più pesanti e gravi.

L’attrice partenopea ed ex presentatrice del Grande Fratello, attraverso il suo legale Salvatore Pino, querelò il papà di Guendalina Tavassi e ora è stata avanzata la richiesta di rinvio a giudizio per diffamazione dal pm Rita Cerasa. Non c’è mai pace per la Bislacca della televisione italiana.