Quantcast

Claudia Ferri, truccatrice di Anna Tatangelo, rivela il suo percorso di transizione: “Da bambino ho pensato al suicidio”

Claudia Ferri è la truccatrice storica della famosa e popolare cantante Anna Tatangelo. Il suo percorso da maschio a femmina è stato davvero durissimo. La make up artist si è raccontata qualche giorno fa a Oggi è un altro giorno, programma tv di Mamma Rai condotto da Serena Bortone. Nel 2017, all’età di 40 anni, ha iniziato il suo percorso per diventare donna. Prima era Claudio. La make up artist è stata protagonista con la sua storia nel brano che l’ex compagna del celebre cantautore campano Gigi D’Alessio portò al Festival di Sanremo 2008 con il brano musicale “Il mio amico”.

Claudia Ferri prima e dopo il percorso di transizione: da uomo e da donna

La truccatrice ha rivelato in tv: “Non avevo mai fatto coming out con nessuno, neppure con la famiglia. Quando Anna ha portato la canzone a Sanremo, mia madre, che legge molto, ha visto un articolo nella pagina degli spettacoli e ha capito tutto. Non l’avevo avvisata, perché non me la sono sentita. Per quasi una settimana non mi ha rivolto la parola. Anna Tatangelo è la mia amica del cuore, un’altra sorella, un pezzo di cuore. Nel mio percorso di vita è stata importantissima”.

La sua adolescenza è stata un incubo. Le suore chiamarono spesso i suoi genitori per dir loro che Claudio giocava con le bambole: “Mi hanno fatto sentire diversa, per me ero normale. Non capivo, non capivo neppure l’atteggiamento della maestra e dei compagni alle elementari. Ho passato l’inferno vero, durato fino al liceo. Cancellerei volentieri quel pezzo di vita: mi chiamavano ‘froce**o’, ‘femminuccia’, mi spogliavano nei bagni. Sono stata bocciata in prima e in seconda media, perché non avevo un equilibrio. Ho vissuto una solitudine che credo di non avere mai guarito. Mi sentivo invisibile, inascoltato, tanto che a 13 anni mi cambiarono scuola. Prendevo gli psicofarmaci, stavo veramente male. Fu devastante”.

A 40 anni è arrivata la svolta. “La prima persona a cui ho detto di voler essere Claudia è stato mio padre malato di Alzheimer – ha confidato la truccatrice -. Mi ha detto ‘Perché non lo hai fatto prima? Non devi pensare a nessuno, pensa a te’. Ho pensato anche al suicidio da bambino, il primo psicologo l’ho visto a sei anni. Il dolore era talmente grande… è una cosa che non farò mai, ma l’idea mi ha aiutato… Ricordo ancora la suora quando all’asilo chiese a mia madre se mi aveva spiegato che ero un maschietto e non una femminuccia”.

Il rapporto con la famosa cantante è splendido: “Anna è la mia amica del cuore. E’ una sorellina, ma io non ero ancora dichiarata con la mia famiglia e a mia madre, da sempre molto discreta e riservata, prese un colpo quando mi vide sui vari giornali”.

Per la Ferri è arrivato un messaggio della cantante: “Questa è un’occasione per ribadirti che sono orgogliosa della donna che sei diventata. Abbiamo condiviso gioie e dolori. Io per te ci sarò sempre”.