Quantcast

Come scegliere lo struccante: tipologie, caratteristiche e consigli

La fase di struccaggio è importante tanto quanto il momento del trucco, ma il più delle volte non gode della stessa importanza. Come scegliere lo struccante? Qual è il miglior struccante?

Struccare- foto pixabay.com

La prova di nuovi prodotti e tecniche trendy e la realizzazione del make-up comfort zone condividono la necessità di una routine struccante fatta a regola d’arte.

Se non si procede con la rimozione del make-up, infatti, la pelle non “respira” e si lascia a germi e batteri la libertà di agire aprendo la porta a irritazioni, acne e altre imperfezioni.

L’importanza della fase di struccaggio richiede un’attenzione particolare anche nella scelta dello struccante giusto.

Come scegliere lo struccante

In commercio esiste un’ampia gamma di struccanti, ma questa varietà rischia di confondere le idee se non si hanno punti di riferimento adeguati.

Chi si chiede come scegliere lo struccante giusto deve valutare le caratteristiche di ogni tipologia di prodotto in relazione alle esigenze della propria pelle (secca, grassa o mista).

Tipo di struccanti

Le esigenze della pelle (secca, grassa o mista) dettano le caratteristiche che dovrebbe avere lo struccante giusto. Ma quali sono le tipologie di struccanti?

Gli esperti del settore consigliano un olio o un latte detergente in caso di pelle secca e un’acqua micellare o uno struccante bifasico in caso di pelle grassa. Ecco perché.

Latte detergente

Il latte detergente ha una consistenza cremosa che ben si adatta alle esigenze della pelle secca o della pelle normale.

Tutto quello che bisogna fare è versare qualche goccia di latte detergente su un dischetto e passarlo sul viso per eliminare trucco, sporco e impurità. Dopodiché occorre sciacquare il viso.

In alternativa è possibile applicare il detergente struccante direttamente sul viso, eliminare l’eccesso con un dischetto e sciacquare.

Burro

I prodotti a base di burro di cacao hanno la stessa consistenza di un burro, ma tendono a diventare cremosi non appena entrano in contatto con la pelle.

È sufficiente prelevare il burro, applicare il prodotto sul viso con un massaggio e successivamente rimuoverlo con un panno bagnato.

La presenza di oli vegetali e la consistenza si rivela perfetta per le donne con pelle secca, pelle matura o pelle affetta da rosacea.

Salviette struccanti

Le salviette struccanti rappresentano una soluzione smart per le make-up addicted che vanno di fretta o sono spesso fuori casa.

Certo è sufficiente passare una salvietta sul viso per eliminare il trucco ma, se usate frequentemente, predispongono alla formazione di imperfezioni.

Acqua micellare

L’acqua micellare è un prodotto a metà strada tra un latte detergente e un tonico: deterge in profondità, stringe i pori e lenisce la pelle.

Questo prodotto può presentarsi in varie forme: acqua micellare generica, acqua micellare bifasica, latte micellare e gel micellare.

In ogni caso le micelle catturano il trucco e le tracce di sebo, polvere e sudore, l’acqua termale elimina le impurità e le sostanze rispettano la pelle.

Che differenza c’è tra latte detergente e acqua micellare? Il latte detergente è ideale per la pelle secca mentre l’acqua micellare si adatta a qualsiasi pelle: secca, grassa, mista, giovane, matura e sensibile.

Come usare l’acqua micellare? Per utilizzarla basta versare qualche goccia di prodotto su un dischetto di cotone e passarlo su tutto il viso.

Struccante bifasico

Lo struccante bifasico contiene una fase oleosa che elimina i prodotti liposolubili e una fase acquosa che rimuove i composti idrosolubili. La loro azione sinergica si rivela emolliente, idratante e rinfrescante.

È la scelta ideale per rimuovere il trucco senza dover sfregare il dischetto sulla pelle ed eliminare il make-up più ostinato (compreso il trucco waterproof).

Per utilizzarlo basta agitare la confezione, versare qualche goccia su un dischetto e applicare il prodotto massaggiando delicatamente.

Olio struccante

L’olio struccante rappresenta uno dei rimedi naturali di struccaggio più conosciuti al mondo: perché? Deterge la pelle secca e ne rispetta le esigenze. Quindi l’olio struccante sulla pelle grassa è off-limits.

È possibile usare l’olio di mandorle per struccare gli occhi (e non il resto del viso perché comedogeno) e l’olio di cocco per eliminare il trucco dal viso (è un olio idratante).

Tutto quello che bisogna fare è versare qualche goccia di olio sul palmo, applicare sulla zona con un movimento circolare e risciacquare con acqua.

Come trovare il prodotto giusto?

Le esigenze della pelle hanno una certa priorità per quanto riguarda la scelta dello struccante giusto, ma non sono le uniche.

È bene strizzare l’occhio alla consistenza dello struccante in base alle abitudini personali, optando per esempio per un burro o un olio struccante se si amano i prodotti liquidi.

Anche la confezione potrebbe fare la differenza: barattoli da cui prelevare il burro con una palettina; flaconcini per versare l’olio, il latte detergente e tutti gli altri struccanti in forma liquida; tubetti per usare uno struccante in gel.