Quantcast

Due giorni di musica e danza per festeggiare il primo compleanno delle OGR

Due giorni di musica e danza per festeggiare il primo compleanno delle Officine Grandi Riparazioni, il complesso ex-industriale a forma di H di Corso Castelfidardo che è stato restituito alla città di Torino grazie all’investimento della Fondazione CRT per l’intervento di ristrutturazione e recupero funzionale che ne ha consentito la rinascita.

I festeggiamenti hanno inizio sabato 29 settembre alle ore 11.00, con l’ingresso gratuito alle mostre in corso alle Officine Nord e, in serata, sul palco della Sala Fucine, con un primo grande ritorno: alle 22.00, dopo il successo dello scorso aprile, i Baustelle arrivano alle OGR con un progetto inedito, La fine dell’amore, la fine della violenza: Amen, un appuntamento esclusivo, site-specific, che non sarà replicato altrove. Un concerto-evento che ben si inserisce nella traiettoria delineata in questo primo anno di lavoro e che vede negli spazi di Corso Castelfidardo un’officina della creatività e un luogo di produzioni originali.

Domenica 30 settembre la festa continua con un’apertura straordinaria, un’intera giornata scandita da appuntamenti in cui musica, danza e performance si intrecceranno in un crescendo di intensità. Si inizia alle 11.00 del mattino nel Duomo con la video installazione Inside di Dimitris Papaioannou. Dalle 11.00 alle 13.00, si prosegue con un’edizione speciale di Domeniche in festa, a cura del network ZonArte. Nel pomeriggio, invece, si darà spazio alla performance dei tre artisti Ramin Haerizadeh, Rokni Haerizadeh e Hesam Rahmanian ideata per l’ultimo giorno di mostra di Forgive me, distant wars, for bringing flowers home. Per l’occasione saranno organizzate una serie di visite guidate gratuite, e, a seguire, si terrà la presentazione del catalogo della mostra, prima pubblicazione OGR, realizzato in collaborazione con Edizioni Corraini.

Alle 18.00 Ligia Lewis e la sua performance minor matter animano il Binario 2, per un appuntamento speciale inserito nel ricco palinsesto della mostra Dancing is what we make of falling. In parallelo Dean Bein, membro del comitato organizzativo del Warm Up del MoMA PS1, dialogherà con Sergio Ricciardone, Direttore Artistico di Club to Club, per approfondire uno dei tratti distintivi della programmazione OGR: Organization of sound: music in art spaces.

La serata proseguirà dalle 20.00 alle 2.00 del mattino con un omaggio alla musica elettronica attraverso il sound di quattro dj-set d’eccezione ai quali sarà possibile assistere acquistando un biglietto unico a 10 euro in prevendita, e a 15 euro il giorno stesso.