Quantcast

Effetto pilling sulla pelle: cos’è e come evitarlo

Tutte le make-up addicted si sono ritrovate (inconsapevolmente) faccia a faccia con l’effetto pilling sulla pelle almeno una volta. Scopriamo di cosa si tratta e come evitarlo!

Cosmetici- foto pixabay.com

L’effetto pilling sulla pelle riprende il fenomeno di formazione di pills o pallini sui tessuti, quell’effetto che rende sciarpe, maglie e pantaloni rovinati e vecchi.

Di fatto anche i cosmetici cremosi possono dare vita a questo effetto pilling, creando dei pills sulla pelle nel momento dell’applicazione. In pratica i cosmetici si sbriciolano sulla pelle.

Perché si crea l’effetto pilling?

L’effetto pilling non è indice di scarsa qualità del prodotto, ma deve essere considerata l’espressione di qualcosa che non è andato.

I cosmetici creano l’effetto pilling sulla pelle quando vengono applicati in dosi eccessive, non vengono assorbiti dalla pelle prima di applicare il prodotto successivo e/o vengono applicati senza seguire le regole di applicazione. Vale lo stesso per l’uso di prodotti con base siliconica.

La formazione dei pills di un prodotto sul viso ostacola l’applicazione dei cosmetici in modo impeccabile e mette a dura prova il risultato finale.

Come liberarsi l’effetto pilling sulla pelle

Per evitare l’effetto pilling sulla pelle è sufficiente tenere a mente qualche piccolo consiglio e regola d’oro. Questo permette di creare un make-up perfetto.

La prima cosa da fare è scegliere le formulazioni più adatte al tipo di pelle in modo da soddisfare le sue esigenze (secca, grassa, mista, sensibile, acneica e così via).

In secondo luogo, poi, è necessario prestare attenzione all’ordine di applicazione, stendendo prima i prodotti con base acquosa e dopo i cosmetici con base oleosa. Così facendo si favorirà l’assorbimento di ogni prodotto.

In tal senso la fretta è cattiva consigliera, visto che non dare il tempo necessario all’assorbimento del prodotto apre la porta all’effetto pilling e rovina il make-up.

Per favorire l’assorbimento dei cosmetici è possibile esercitare un po’ di pressione (senza sfregarli), meglio se con una spugnetta.