Quantcast

Emma Watson in topless: è pioggia di critiche

L’ultimo servizio fotografico dell’attrice Emma Watson, in topless, ha suscitato parecchie polemiche, soprattutto da parte delle ferventi femministe. Emma però non ci sta e risponde alle accuse, sostenendo che il suo seno non ha nulla a che vedere con il femminismo.

L’attrice si è detta sbalordita per i tanti luoghi comuni e i pregiudizi sull’argomento. Proprio lei, che è sostenitrice della campagna HeForShe che spinge gli uomini ad appoggiare il femminismo, è stata accusata di aver tradito gli ideali femministi, con quelle foto di Tim Walker per promuovere il suo nuovo film, La bella e la bestia.

“Ciò mi mostra di nuovo quante idee sbagliate e quanti pregiudizi esistano su che cosa sia il femminismo”, ha affermato l’attrice in un’intervista a Reuters. “Femminismo vuol dire lasciare scegliere le donne. Il femminismo non è un bastone con cui punire le altre donne. Riguarda la libertà, la liberazione, l’uguaglianza. Davvero non so che cosa le mie tette abbiano a che fare con questo”.

Una delle maggiori esponenti femministe, Gloria Steinem, ha appoggiato Emma, dicendo che “Le femministe possone indossare qualunque cosa vogliono. Dovrebbero poter andare nude per strada ed essere al sicuro”.